Come sono state avvicinate al campo le gradinate del London Stadium

Una nuova configurazione per i settori di curva dello stadio del West Ham.

L’inizio della nuova stagione di Premier League 2020/2021 ha portato in dote una novità positiva per il London Stadium, ex Stadio Olimpico di Londra e casa del West Ham. Nonostante, per ora, l’impianto non possa ancora accogliere i tifosi a causa del perdurare delle misure anti-pandemia, l’intervento realizzato sulle curve garantirà un sensibile miglioramento nella fruizione dello stadio da parte del pubblico.

Le gradinate dei due settori dietro le porte, North Stand (intitolata a Bobby Moore) e South Stand (intitolata a Sir Trevor Brooking), infatti, sono state avvicinate ulteriormente al campo nella configurazione per il calcio, perfezionando la situazione delle scorse stagioni.

west-ham-london-stadium
(Photo by MICHAEL REGAN/POOL/AFP via Getty Images)

L’intervento, realizzato da Arena Group, era stato ampiamente pianificato nei mesi scorsi, e soltanto posticipato a causa del sopraggiungere della pandemia da Covid-19, con il finale di Premier League slittato ad agosto dopo il lock-down. In tempo per il ritorno in campo, le nuove gradinate del primo anello dello stadio sono state messe in opera e garantiranno un netto miglioramento della funzionalità dell’impianto.

Il primo vantaggio riguarderà i tifosi, che si ritroveranno fino a 4 metri più vicini al campo rispetto al passato: il profilo dei nuovi settori è rettilineo, parallelo al campo, a differenza del precedente che era leggermente arcuato e riduceva di poco la distanza dovuta alla presenza della pista d’atletica.

Le strutture continueranno a essere in tubolari, e montate sopra la pista, ma l’intero settore sarà più compatto e più semplice da mettere in opera a seconda delle necessità del London Stadium (che durante l’anno ospita eventi nazionali e internazionali di atletica, ritornando alla sua configurazione ovale originale). L’altro vantaggio, quindi, sarà logistico: i tempi ridotti di installazione garantiranno un risparmio di circa 1 milione di sterline all’anno sui costi operativi di adattamento della struttura, che andrà automaticamente a ripagare l’investimento fatto già nei prossimi cinque anni (i nuovi settori sono costati 5 milioni di sterline).

west-ham-london-stadium
(photo by London Stadium)

Se il London Stadium rimane croce e delizia del nuovo (per ora solo sperato) corso del West Ham, questa novità potrà garantire ai tifosi Hammers una migliore esperienza di gara, considerando anche l’ulteriore possibilità di adeguarla al sistema “rail seating” (per i posti in piedi): la struttura dei gradini è, infatti, già predisposta per accogliere il tipo di seggiolini ribaltabili necessario alla configurazione Safe Standing, in attesa del (possibile) futuro via libera legislativo da parte del governo inglese.

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.

No comments

LEAVE A COMMENT