stadio druso bolzano tribuna

Ecco il rinnovato Stadio Druso di Bolzano

Dopo tre anni sono stati completati i lavori dell’importante restyling sullo stadio del Südtirol.

Mentre la stagione sportiva 2021/22 è arrivata a un punto determinante per il Südtirol, Bolzano festeggia il rinnovato Stadio Druso dopo l’annuncio del termine dei lavori di restyling e ampliamento portati avanti nel corso degli ultimi tre anni. La conferenza stampa di presentazione, con il sindaco, Renzo Caramaschi, e il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici, Luis Walcher, ha ufficialmente sancito l’inizio di un nuovo futuro per una struttura sportiva ora rimessa completamente a nuovo e capace di ospitare sino a 5.500 persone(*).

I lavori, iniziati ad aprile 2019, si sono conclusi in tempo per la gara interna che il Südtirol giocherà contro il Padova, sabato 16 aprile, scontro decisivo per conquistare la promozione in Serie B. Con un costo complessivo di poco superiore ai 18 milioni di euro (di cui 13,2 finanziati dalla Provincia), lo Stadio Druso è ora perfettamente in regola con i requisiti della seconda divisione italiana, ed è stato soprattutto migliorato nei servizi, negli spazi al pubblico e nel comfort complessivo delle gradinate.

prima e dopo in un video timelapse dei lavori allo Stadio Druso

Su progetto firmato dall’arch. Dejaco di Bressanone (occupatosi anche della direzione lavori e del coordinamento sicurezza), lo Stadio Druso ha conservato in parte le due vecchie tribune, la “Canazza” e la “Zanvettor”, arricchite di nuovi locali interni per atleti e dirigenti (al piano terra della tribuna Zanvettor), oltre a nuova sala stampa e sala di lavoro per fotografi e giornalisti. Il campo da gioco in erba naturale è stato completamente rifatto e dotato di un impianto di riscaldamento sotterraneo ed è ora separato dalle gradinate da un muro alto 2,2 metri (che ha permesso di avvicinare le tribune al campo, partendo con le prime file da un’altezza maggiore per ottenere una miglior visuale).

L’intero intervento di riqualificazione e ampliamento dello Stadio Druso è stato eseguito dalla Mak Costruzione di Lavis e dalla Mader di Vipiteno, sotto la supervisione dell’arch. Sergio Berantelli come responsabile di procedimento per il Comune di Bolzano.

Un nuovo Stadio Druso per la città di Bolzano

Inaugurato nel 1930 e collocato in un’area volutamente destinata ad attività sportive e ricreative, nell’ambito delle grandi opere di costruzione di epoca fascista, lo Stadio Druso si posiziona alla confluenza del Talvera e dell’Isarco, e condivide con quest’ultimo la direzione di sviluppo in pianta parallela al corso d’acqua.

stadio druso bolzano facciata monumentale oggi
Vista esterna della facciata monumentale del rinnovato Stadio Druso di Bolzano (photo by Comune di Bolzano)

La facciata monumentale esterna della tribuna Zanvettor, prima gradinata costruita per lo stadio (e ristrutturata già negli anni ’90), è tutelata dalle Belle Arti e segnata da quattro semicolonne giganti che sorreggono l’architrave e definiscono l’ingresso principale del pubblico al centro. La tribuna Canazza, opposta alla principale sul lato est, era invece più recente (costruita negli anni ’60) ma meritevole di essere riproposta conservando i particolari semigusci in cemento armato che componevano il profilo della copertura “ad archetti”, un’interessante testimonianza ingegneristica degli anni Sessanta, risanata a livello di materiali e mantenuta nell’ambito del nuovo intervento.

Una delle scelte più interessanti e funzionali è stata quella di collocare nella tribuna Zanvettor tutti i locali necessari allo svolgimento dell’attività sportiva. In questo modo, per garantire la miglior ripartizione possibile in pianta, l‘intera sottostruttura della tribuna è stata demolita, liberando la facciata monumentale che diventa l’elemento centrale storico e segnante della nuova facciata complessiva (ampliata in virtù dell’allungamento della tribuna verso i due lati di fondo del campo)

Con un intervento di grande attenzione verso la componente storica dell’edificio, dove vecchio e nuovo si devono differenziare visivamente agli occhi dello spettatore ed essere architettonicamente “leggibili”, la vecchia facciata monumentale si rafforza e la sua estetica è sottolineata proprio dall’ideale sfondo costituito dalle nuove porzioni.

stadio druso bolzano tribuna
Vista interna una tribuna nel rinnovato Stadio Druso di Bolzano (photo by Comune di Bolzano)

In tribuna Canazza, invece, per motivi statici la sottostruttura e la tettoia della tribuna sono mantenute, e sopra le gradinate esistenti vengono appoggiati gli elementi prefabbricati della nuova tribuna. L’ampliamento si limita a singoli elementi che assimilano il linguaggio architettonico della tribuna Zanvettor ma si adattano in proporzioni e altezza alla copertura della tribuna Canazza. La caratteristica orizzontale rimane invariata e, con le nuove costruzioni annesse, si sviluppa armonia anche estetica con la tribuna Zanvettor.

Completato l’intervento, la tribuna Zanvettor dello Stadio Druso è ora suddivisa in due settori, uno con 2.280 posti a sedere (accessibili dal primo piano) e uno con 374 posti a sedere (accessibile dal secondo piano): in quest’ultimo settore è stato collocato un grande business-club con 10 box, accessibile separatamente da due vani scala posizionati sulle testate della tribuna – l’idea è mettere a disposizione questi spazi anche per eventi e attività extra-sportive. La tribuna Canazza invece viene suddivisa in due settori, di cui uno con 2.193 posti a sedere (per i tifosi di casa) e uno con 624 posti a sedere (per i tifosi ospiti).

Nei blocchi di nuova costruzione annessi alla tribuna, trovano posto 4 spogliatoi per varie associazioni sportive locali, con la possibilità di organizzare tornei ed eventi sportivi nello stadio senza dover aprire l’intera tribuna ma solo utilizzando i locali interni.

(*) per ora lo stadio è composto dalle due rinnovate tribune laterali. La costruzione delle due curve è già prevista e verrà realizzata in caso di promozione in Serie B e successiva salvezza e mantenimento della categoria.

stadio druso bolzano tribuna campo
Vista interna verso campo e tribuna nel rinnovato Stadio Druso di Bolzano (photo by Comune di Bolzano)

Scelta dei materiali: minimalismo e coerenza sono stati alla base dell’utilizzo del cemento armato con superfici classiche, semplici e pulite negli spazi interni, e in calcestruzzo sabbiato all’esterno. L’esistente struttura intonacata della facciata monumentale è stata salvaguardata, concordando le tonalità insieme all’Ufficio Beni Architettonici ed Artistici della Provincia Autonoma di Bolzano.

Materiali durevoli come cemento, vetro e acciaio sottolineano il carattere dell’edificio dove la funzionalità domina le scelte meramente formali. Nei locali e spazi interni si sono seguiti concetti di architettura e design di interni ben consolidati, dove colori e arredi definiscono le diverse aree e i colori dominanti sono sempre rosso, bianco, grigio e diversi toni di beige. Nell’area-business, infine, una facciata continua in vetro a tutta altezza permette una relazione visiva tra spazi esterni e interni.

stadio druso foto d'epoca bolzano ingresso monumentale
Foto d’epoca della facciata monumentale dello Stadio Druso di Bolzano (photo by Comune di Bolzano)
stadio druso bolzano restyling tribuna campo
Vista interna nel rinnovato Stadio Druso di Bolzano (photo by Comune di Bolzano)
stadio druso foto d'epoca bolzano tribuna canazza
Foto d’epoca della Tribuna Canazza dello Stadio Druso di Bolzano (photo by Comune di Bolzano)
stadio druso bolzano tribuna
Vista interna nel rinnovato Stadio Druso di Bolzano (photo by Comune di Bolzano)
Vista esterna della tribuna Canazza nel rinnovato Stadio Druso di Bolzano (photo by Comune di Bolzano)
stadio druso bolzano tribuna
Vista interna una tribuna nel rinnovato Stadio Druso di Bolzano (photo by Comune di Bolzano)

tutte le foto a cura di Comune di Bolzano

© Riproduzione Riservata

Total
17
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero interessarti
Total
17
Share