Stadi nel Cinema | “I.D. – Hooligans”, sulle tracce dello Shadwell Town

Nuova puntata della rubrica di stadi e location nei film.

Hooligans, titolo italiano dell’originale “I.D.”, è stato uno dei migliori film legati al mondo del calcio e prodotti negli anni ’90. Chiunque l’abbia visto, e senta nominare lo Shadwell, è portato a pensare immediatamente alla squadra di calcio (fittizia) che faceva da sfondo a tutta la pellicola uscita nel maggio 1995.

In questo articolo andremo a scoprire i luoghi del film: quali sono, e dove si trovano, gli stadi che compaiono in “I.D. – Hooligans”? Qual è l’impianto scelto per rappresentare lo stadio di casa dello Shadwell? Oggi è ancora tutto uguale a più di vent’anni fa?

hooligans-id-location-film

Partiamo dall’ultima domanda. E la risposta è che pochissime cose sono rimaste uguali all’epoca del film, ma molti luoghi esistono ancora. Le riprese furono girate nel 1994, nel pieno della drastica fase di ristrutturazione degli stadi britannici, decisa in conseguenza alla pubblicazione del Taylor Report.

Il film, diretto dal regista Phil Davis, e con Reece Dinsdale e Sean Pertwee come protagonisti principali, ci mostra stadi dove si alternano gradinate in stile terrace, con barriere anti-schiacciamento e tifosi in piedi, a tribune con posti a sedere, già ammodernate. Oggi questi luoghi hanno ormai completato quella trasformazione che non ci consente più di ritrovare scorci esattamente identici a quelli visti della pellicola.

Da Shadwell a Brisbane Road

Innanzitutto la squadra, Shadwell Town FC, ovviamente non esiste. Chi è stato a Londra avrà probabilmente notato la presenza dell’omonima fermata della metropolitana: peraltro una delle più vecchie di Londra, aperta nel 1876, oggi è servita dalla linea Overground e dalla DLR.

Shadwell è nella zona dei Docks, a sud di Whitechapel e dell’East End londinese. La fermata successiva della metro, verso sud, è Wapping, che nel film troviamo rappresentata dal Wapping FC, altra squadra inventata per l’occasione, contro cui lo Shadwell gioca il proprio derby in un turno di FA Cup.

hooligans-id-location-film
L’arrivo a Brisbane Road (visual by Archistadia)

Il primo impatto vero e proprio con uno stadio, nel film, si ha dopo circa un quarto d’ora, quando gli agenti di polizia vanno alla loro prima partita da infiltrati. Qui si fa la conoscenza con The Kennel, il Canile, soprannome dell’impianto di casa dello Shadwell: per le riprese esterne la produzione decise di utilizzare Brisbane Road, stadio del Leyton Orient, a Londra.

Il tragitto a piedi compiuto verso l’impianto, facendo attenzione ad alcuni dettagli, è facilmente rintracciabile sulla mappa e nella realtà: i protagonisti scendono da nord, lungo Thornhill Gardens, passano per un piccolo viottolo interno e sbucano su Windsor Road. Da qui, proseguendo verso ovest, girano infine l’angolo su Brisbane Road, la strada che costeggia la tribuna storica dell’impianto degli O’s, che si vede distintamente in quella scena del film.

hooligans-id-location-film
Scorcio su Brisbane Road nel confronto fra il film e la realtà (visual by Archistadia)

Oggi, Brisbane Road (o Matchroom Stadium per motivi di sponsor) è piuttosto cambiato rispetto al 1994. La tribuna ovest è stata ammodernata e i quattro angoli dello stadio, ancora vuoti all’epoca del film, sono oggi occupati da edilizia residenziale. La gradinata est che si vede nelle riprese, invece, è praticamente immutata e consente lo stesso scorcio visivo rappresentato nella scena di “I.D.”.

Rotherham, Millmoor Ground

Il film, però, non viene girato soltanto a Londra. Alcune scene vengono riprese a Rotherham, nello Yorkshire, e, in particolare, al Millmoor Ground, impianto di casa del Rotherham FC fino al 2008. Questo stadio viene più volte utilizzato nel film per rappresentare l’interno del campo di casa dello Shadwell, anche se in varie scene l’inquadratura è stretta sui tifosi e non lascia apprezzare dettagli strutturali rilevanti.

Curiosamente, comunque, Millmoor Ground fa anche da stadio in trasferta: all’arrivo dei tifosi “Dogs” per la una partita da giocare nella città di Sheffield, contro il Tyneburn FC (altra squadra di fantasia nel film), lo stretto vialetto in discesa che percorrso per arrivare allo stadio, sotto il controllo della polizia, è Millmoor Lane, stradina di accesso all’impianto che, nella realtà, è effettivamente riservata al passaggio dei tifosi ospiti.

hooligans-id-location-film
Scorcio su Millmoor Lane nel confronto tra film e location (visual by Archistadia)
hooligans-id-location-film
Millmoor Ground, confronto tra film e location reale (visual by Archistadia)

Una volta dentro, la visuale di John (Reece Dinsdale), e dei suoi compagni in gradinata, è quella che si ha dal settore scoperto della tribuna Millmoor Lane End, guardando verso la gradinata Railway End. Così come per Brisbane Road, quindi, anche lo stadio di Rotherham è oggetto di una “licenza poetica” (che evidentemente facilitò il lavoro della produzione) e ha una funzione doppia, per scene in casa e in trasferta allo stesso tempo.

Bradford, Valley Parade

Uno dei momenti topici del film è il derby Wapping-Shadwell. Il protagonista, John, insieme ad altri tifosi Dogs, riesce a compiere un agguato aggredendo i tifosi avversari nella loro stessa gradinata ma viene catturato e portato via con la forza dai poliziotti, camminando lungo il bordo del campo. A ridosso dell’uscita, John riesce a scappare e ritornare in curva, in mezzo agli altri tifosi dello Shadwell.

La camminata a bordo campo di John trattenuto dagli agenti, rivela un altro stadio utilizzato come location per il film: il Valley Parade di Bradford. La scena, tra le più rappresentative dell’intera pellicola, coinvolge la tribuna Main Stand dello stadio del Bradford City, e fu girata durante l’intervallo di una partita ufficiale, Bradford-Hull City.

Ricostruita nel 1986, nel film la Main Stand viene ripresa prima del secondo ampliamento, che avverrà alla fine degli anni ’90 con la costruzione del secondo anello. In particolare, si riconosce la struttura della parete laterale esterna oltre che i cartelloni pubblicitari di Admiral (sponsor tecnico del Bradford nella stagione 1994/1995) e Pulse Radio, una radio locale di Bradford.

Peraltro, è anche storicamente corretto che John venga portato, lungo la Main Stand, in direzione della gradinata Bradford End, dato che quest’ultima è effettivamente riservata ai tifosi ospiti durante le partite del Bradford City.

hooligans-id-location-film
La scena girata a Valley Parade e la tribuna dell’epoca (visual by Archistadia)

ID2: Shadwell Army

ID resterà fisso nella cinematografia di culto legata al binomio calcio-ultras per molti anni, prima che nel 2016 esca l’ideale seguito, a oltre vent’anni di distanza dall’originale. Nel primo film non si vedeva alcuna azione di calcio giocato, e nel sequel spariscono anche tutte le scene di gradinata che erano il filo conduttore della pellicola del 1995.

In “ID2: Shadwell Army” (diretto da Joel Novoa) le partite dello Shadwell fanno da sfondo molto lontano alle vicende dei protagonisti, legate più a dinamiche sociali che calcistiche. The Kennel, lo stadio di casa dei gialloneri, si riesce a vedere soltanto un paio di volte.

Il film viene girato interamente nella città di Kingston-upon-Hull e facilita la ricerca delle location. Lo stadio utilizzato per rappresentare la casa dello Shadwell è il Craven Park, impianto degli Hull Kingston Rovers, squadra di rugby league locale.

hooligans-id-location-film
(visual by Archistadia)

Lo stadio si vede distintamente dall’esterno più o meno a metà film, in occasione del primo turno giocato dallo Shadwell in Europa Cup, contro il Tambuur FC (presunta squadra olandese il cui nome è chiaramente mutuato dal Cambuur). Qui i protagonisti decidono di rivendere i propri biglietti, rimanendo a seguire la partita in radio dal parcheggio fuori lo stadio. Quando esultano per la vittoria, si vede chiaramente l’esterno della tribuna principale, la Roger Millwar West Stand.

La stessa tribuna viene inquadrata, questa volta dall’interno dello stadio e frontalmente, anche alla fine del film (in circostanze che non approfondiamo, per non svelare il finale della pellicola).

Un sentito ringraziamento a Philip Davis, regista di “I.D. – Hooligans”, per il suo prezioso aiuto nella ricostruzione di alcuni dettagli e, in particolare, nell’identificare la gradinata Railway End di Millmoor Ground (Rotherham) ripresa in una delle scene finali del film del 1995.

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Fondatore e direttore di Archistadia. Sono un autore e critico di architettura sportiva e mi occupo di divulgazione sul tema da oltre dieci anni. Laurea in Architettura e Restauro, cresciuto con la cultura Britpop anni Novanta, sono quello che in vacanza vi chiederà di andare a vedere lo stadio.

No comments

LEAVE A COMMENT