“Città Stadio”, un libro per riscoprire l’identità del calcio inglese

Il libro di Giorgio Coluccia, alla ricerca dei luoghi della tradizione del football britannico.

C’è ancora un segno tangibile dell’identità originaria del football, nella terra che ha dato i natali a questo sport? La risposta è sì, ma bisogna prendersi il tempo di ricostruire un percorso per trovarla, riscoprendola in alcuni luoghi fondamentali, custodi della memoria e delle tradizioni.

È questo lo spunto fondamentale alla base di “Città Stadio”, il nuovo libro di Giorgio Coluccia, giornalista appassionato di calcio inglese e già autore di “Binario 15”, uscito nel 2018. Pubblicato nel corso di questo 2020 da Absolutely Free editore, Città Stadio è un viaggio in 6 luoghi che veicolano un legame imprescindibile fra la città e le loro squadre, sublimato attraverso i loro stadi, e rappresentativi della storia che ha portato i club di calcio a essere parte integrante della vita delle persone.

arsenal-highbury-architettura
(Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Impreziosito dalla prefazione di Roberto Gotta (Sky Sport) e dalla postfazione di Paolo Avanti (Gazzetta dello Sport), entrambi cultori della storia del calcio inglese e delle sue tradizioni, il libro mette in luce dettagli, personaggi e scorci di città nei dintorni di sei stadi fondamentali: Ashton Gate (Bristol), City Ground e Meadow Lane (Nottingham), Highbury (Londra), Old Trafford (Manchester), Portman Road (Ipswich), St. James’ Park (Newcastle).

Trovate tutti i nostri consigli e idee d’acquisto sulla nostra pagina ufficiale Amazon, con una selezione di libri di architettura, sport e cultura.

«Ciò che raccontano gli stadi storici non si può ritrovare nei nuovi impianti, ancora privi del legame viscerale con la gente e con il loro quartiere. Uno stadio è parte integrante dell’area cittadina in cui sorge, e la sua stessa epica cresce e si plasma proprio attraverso i tifosi e le loro consuetudini». Dai 275 metri appena che separano i due stadi di Nottingham, al fascino di St. James’ Park segnato dalle gesta di Alan Shearer, fino agli esempi classici come Old Trafford e Highbury, “Città Stadio” ripercorre e riscopre tutto quello che in oltre un secolo ha contribuito a creare la base dell’identità del calcio inglese.

“Città Stadio” (164 pagine) ed. Absolutely Free, 2020, prezzo di copertina 15 euro

newcastle-statua-alan-shearer
La statua di Alan Shearer all’esterno di St. James’ Park (Photo by Ian Forsyth/Getty Images)

Giorgio Coluccia è un giornalista, appassionato di calcio inglese, e scrive regolarmente per Il Giornale e Il Foglio. Originario del Salento, lavora fra Roma e Milano dopo aver vissuto anche a Manchester e Newcastle. Nel 2018 è uscito il suo primo libro, “Binario 15”, un percorso nell’atmosfera del calcio inglese attraverso i viaggi in treno che collegano una città all’altra. Binario 15 si può acquistare qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.