pechino big air shougang

Big Air Shougang, gli spazi di un’ex acciaieria per il freestyle olimpico

Un progetto di integrazione e recupero post-industriale per Pechino 2022.

Con l’introduzione definitiva della disciplina Big Air(*) ai Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022, il distretto di Shijingshan si è arricchito di un importante progetto di recupero e rilancio degli spazi ex-industriali Shougang, con l’inserimento di un grande trampolino per le gare che punta a diventare struttura sportiva permanente e segno d’architettura contemporanea all’interno di un’area da riqualificare.

Firmato dall’Atelier TeamMinus, con sede a Pechino, insieme all’architetto Nicolas Godelet, l’intervento ha riguardato l’inserimento di un trampolino che raggiunge un’altezza massima di 60 metri, dalla conformazione di un gigantesco scivolo, e permette agli atleti di prendere lo slancio e saltare con sci o snowboard per poi creare le acrobazie in volo.

big air shougang olimpiadi pechino render complessivo
Render con vista sull’area ex industriale Shougang e sul trampolino Big Air, a Pechino (img by TeamMinus)

Il sito olimpico ha preso il nome di Big Air Shougang dalla denominazione dell’originale acciaieria che si trovava nell’area, chiamata Shougang Industrial Park e di proprietà dello Shougang Group. Chiuso nel 2011, il sito industriale è rimasto decisamente presente nel paesaggio con 4 enormi torri di raffreddamento (costruite fra gli anni ’70 e ’90) e varie ciminiere a puntellare l’area.

Il progetto di TeamMinus è andato a inserire il gigantesco scivolo, con una struttura in gran parte in acciaio, appena a ovest delle torri di cemento dalla caratteristica forma svasata definita da un iperboloide a falda singola. La struttura del trampolino si basa su tre sezioni principali distinte, partendo dalla colonna verticale appena inclinata che contiene un ascensore per portare gli atleti alla sommità da cui iniziare la gara.

La prima parte dello scivolo è in forte pendenza, per permettere la fase di accelerazione, a cui segue una sezione centrale quasi piana in corrispondenza della rampa di decollo, e infine un’area di atterraggio inclinata piuttosto breve. Di fronte a quest’ultimo segmento sono state realizzate alcune gradinate in cemento (2.500 posti) a cui sono stati aggiunti settori temporanei in ferro proprio in occasione dei Giochi di Pechino 2022.

big air shougang olimpiadi pechino fase costruzione
Fasi di costruzione del Big Air Shougang di Pechino (photo by TeamMinus)
big air shougang olimpiadi pechino vista area industriale
Vista verso il Big Air Shougang di Pechino, le torri di raffreddamento e le strutture riqualificate dell’ex acciaieria (photo by Nicolas Godelet Architects & Engineers)

Il Big Air Shougang è uno dei passaggi che fanno parte del piano di riqualificazione dell’ex acciaieria. Oltre al nuovo trampolino per le gare, il vicino complesso Oxygen Factory è stato riconvertito in punto d’accesso per il pubblico, mentre il Comitato Organizzatore di Pechino 2022 ha spostato la sua sede in una torre di stoccaggio già riqualificata nel 2017. Successivamente, all’interno del sito, saranno realizzati nuovi edifici per uffici, un centro conferenze, un parco acquatico e un museo.

L’intera struttura del Big Air Shougang, realizzata fra il 2016 e il 2019, copre uno spazio di 5.500 metri quadrati: il dolce design del pendìo richiama l’estetica degli spiriti Apsaras, che sono parte integrante della tradizione buddista, mentre il progetto delle luci e dell’illuminazione è stato firmato da Atelier Zhang Xin.

big air shougang olimpiadi pechino sezione
Sezioni del Big Air Shougang di Pechino (img by Nicolas Godelet Architects & Engineers)
big air shougang olimpiadi pechino concept
Concept e modellini per il progetto del Big Air Shougang di Pechino (img by TeamMinus)
big air shougang olimpiadi pechino vista notturna
Vista in notturna di un tratto del Big Air Shougang di Pechino (photo by Nicolas Godelet Architects & Engineers)
big air shougang olimpiadi pechino vista trampolino
Vista verso il Big Air Shougang di Pechino e le torri di raffreddamento dell’ex acciaieria (photo by Nicolas Godelet Architects & Engineers)

Leggi anche: L’architettura di Pechino 2022

Leggi anche: Ice Ribbon, i nastri di ghiaccio di Populous per Pechino 2022

(*) qui per un approfondimento su cos’è il Big Air e come si differenzia dalle altre discipline olimpiche di freestyle per sci e snowboard

© Riproduzione Riservata

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero interessarti
Total
0
Share