australian open non vedenti hawk eye

Australian Open, uno streaming audio a supporto dei tifosi non vedenti

Un’interessante innovazione che combina il tracciamento delle telecamere Hawk-Eye con segnali acustici utili alla comprensione del gioco.

I tifosi di tennis non vedenti e ipovedenti hanno sperimentato un’interessante innovazione nell’attuale edizione degli Australian Open 2021, attraverso un nuovo live streaming audio che li aiuta nella comprensione del gioco. Denominato Action Audio, il sistema prende i dati di tracciamento delle traiettorie della pallina, basati sulle telecamere Hawk-Eye (quelle del cosiddetto “Occhio di Falco”), e li converte in suoni creati appositamente per decifrare l’azione in campo, rendendola comprensibile al tifoso.

Un segnale acustico acuto, per esempio, suonerà per indicare un colpo di diritto mentre un segnale acustico grave indicherà un rovescio. Un altro suono segnalerà quando una palla tocca la linea laterale o la linea di fondo: tre bip significano che la palla è vicina alla linea, due bip che la palla è più lontana dalla linea e un bip quando la palla colpisce il centro del campo. Ancora, un tintinnio acuto indica il colpo sulla palla, e gradualmente svanisce mentre la pallina viaggia verso l’altra metà del campo.

Questa combinazione di suoni viene costantemente abbinata alla radiocronaca descrittiva (play-by-play) e all’audio ambientale del pubblico, rendendo completa l’immersività nell’azione.

australian open tsitsipas
Stefanos Tsitsipas in azione contro Daniil Medvedev durante la semifinale del torneo maschile degli Australian Open 2022 (Photo by PAUL CROCK/AFP via Getty Images / OneFootball)

Anche il modo in cui suoni vengono veicolati all’ascoltatore è piuttosto interessante. I suoni riferiti ai colpi provengono dall’altoparlante sinistro quando la palla effettivamente colpisce il lato sinistro del campo, e dall’altoparlante destro per i colpi sul lato destro, quindi è fondamentale che l’utente disponga di cuffie o altoparlanti in stereo, cioé che separino i suoni sui due lati.

Action Audio era stato inizialmente testato durante le finali degli Australian Open 2021 e questo è il primo anno in cui l’intero torneo è stato trasmesso in streaming anche con queste funzionalità. I commenti degli utenti sono stati finora entusiasti ed è stato rilevato come i tifosi non vedenti o ipovedenti riescano ora a vivere in modo completamente immersivo l’azione, rendendosi pienamente conto dello sviluppo del gioco e riuscendo a comprenderlo a pieno.

Tennis Australia ha collaborato con l’agenzia di design digitale AKQA e con la Monash University per sviluppare il sistema audio 3D e il sistema è stato finora utilizzato da ascoltatori in circa 70 Paesi del mondo.

australian open 2022 panoramica
Vista panoramica interna del centrale degli Australian Open di tennis, durante le semifinali femminili 2022 (Photo by Graham Denholm/Getty Images via OneFootball)

Il prossimo passo sarà cercare di estendere questa tecnologia anche ad altri sport che già fanno uso di Hawk-Eye: nel tennis il tracciamento della palla serve per verificare se un colpo rimbalza fuori o in campo(*), o per accumulare le statistiche dei colpi, delle traiettorie e delle aree di rimbalzo, ma anche il baseball americano MLB fa un ampio uso di queste telecamere, così come il basket NBA e il football americano NFL. L’esperienza positiva degli Australian Open di tennis potrebbe aiutare l’integrazione audio anche in altri sport, a favore di tutti i tifosi con problematiche visive.

Leggi anche: La radiocronaca per i tifosi con disabilità visiva: l’esperienza del Manchester City

(*) nell’edizione 2022 degli Australian Open il sistema Hawk-Eye è servito anche a fare le veci dei giudici di linea, assenti dal torneo per via della situazione pandemica e per la necessità di ridurre la presenza di persone in campo

© Riproduzione Riservata

Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero interessarti
Total
1
Share