Abbiamo partecipato al tour guidato (virtuale) dello Yankee Stadium, e vi raccontiamo com’è andata

L’ottima iniziativa proposta in tempo di pandemia dal team dei curatori dell’impianto di New York.

Qualche giorno fa abbiamo partecipato al tour guidato dello Yankee Stadium di New York. Un’occasione unica per ogni appassionato di sport, resa eccezionale dalla possibilità di seguire la visita comodamente dal computer di casa. Il team dell’iconico stadio dei New York Yankees, infatti, ha realizzato un servizio basato sul sistema del webinar (il format online che permette di effettuare presentazioni o conferenze, rendendole fruibili in diretta da chiunque nel mondo), e l’ha reso accessibile – previa registrazione – su scala globale.

Con un calendario predefinito di date e orari (due giorni alla settimana, in due fasce orarie specifiche), qualunque tifoso degli Yankees, o semplice appassionato di baseball e sport, può partecipare al tour registrandosi gratuitamente all’evento, sul sito web ufficiale dello stadio, selezionando lo slot data/ora preferito fra quelli a disposizione e fornendo un indirizzo email dove ricevere il link della diretta.

yankee-stadium-tour-virtuale
(screenshot by Archistadia)

Accompagnati da una delle guide del team ufficiale dello Yankee Stadium, visibile via webcam in un angolo dello schermo, la presentazione online comincia attraverso gli spazi 3D del servizio web Virtual Venue, che ricostruisce l’interno dello stadio in ogni suo punto. La diretta si sviluppa poi come una vera e propria visita guidata, alternando il racconto di dettagli strutturali, curiosità storiche (lo sapevate che le bandiere sul tetto dello stadio vengono issate solo quando gli Yankees giocano in casa?) e statistiche, e la visione dei luoghi dell’impianto che sono stati testimoni di momenti indimenticabili nella storia della franchigia.

Ci siamo chiesti come potessimo raggiungere il pubblico e portargli qualcosa del nostro stadio anche in tempo di pandemia. E abbiamo ideato il programma di un tour guidato virtuale, organizzato e condotto dal nostro team

Brett Searson, Director of the Stadium Tour, Yankee Stadium

Dopo una navigazione a 360° sul campo da gioco e in gradinata, il tour virtuale passa nel formato delle slide a video, che permettono alla guida di presentare altri spazi dell’impianto, come la grande Hall d’ingresso o l’area esterne denominata Monument Park, che celebra i giocatori più iconici del passato degli Yankees con alcune targhe in marmo e punti memoriali.

Con una serie di foto, ben alternate alle spiegazioni a voce, non è difficile calarsi nell’idea di trovarsi davvero all’interno del celebre stadio di New York, ricostruito fra il 2006 e il 2009 sulle ceneri dello storico impianto originale (inaugurato nel 1923). Come ogni visita che si rispetti, poi, anche questa versione virtuale si conclude nel Museo, che allo Yankee Stadium è uno dei più belli al mondo per oggetti e memorabilia in mostra. Gli utenti/visitatori, durante i 45 minuti circa di durata del programma live, vengono inoltre continuamente coinvolti dalla guida, anche con alcune domande/quiz alle quali si può rispondere tramite il servizio di chat fornito dal provider online (e fate attenzione, un paio di domande si riferiscono a spiegazioni appena ascoltate in diretta pochi attimi prima, quindi non bisogna perdersi davvero nulla!).

Tour guidati online, un esempio da imitare

L’idea di organizzare una visita guidata online di uno stadio, per quanto complessa, è qualcosa che ancora non esiste nel panorama degli impianti sportivi mondiali, e che la pandemia da Covid-19 ha obbligato (in questo caso, in tono positivo) a inventare. Un esperimento che il team dello Yankee Stadium ha sviluppato molto bene, seppur in una fase ancora primaria, ma con un format godibile e davvero soddisfacente.

yankee-stadium-tour-virtuale
(screenshot by Archistadia)
yankee-stadium-tour-virtuale
(screenshot by Archistadia)

Per capire di più dell’approccio dietro a questa proposta, abbiamo avuto il piacere di raggiungere Brett Searson, Director of the Stadium Tour allo Yankee Stadium, che ci ha parlato del progetto e di come potrà evolversi in futuro: «L’idea è nata durante il periodo di lock-down dovuto alla pandemia, con lo stadio chiuso e lo sport improvvisamente fermo. Ci siamo chiesti: come possiamo raggiungere il pubblico e i tifosi, e portargli qualcosa del nostro stadio anche in questo momento? E abbiamo pensato a un programma di tour virtuale, organizzato e condotto dal nostro team».

Lo Yankee Stadium, che ha una sezione web dedicata all’interno del portale della Major League Baseball americana, si avvale già di un servizio online d’avanguardia di ricostruzione virtual 3D a uso libero per il pubblico: il sistema Virtual Venue, prodotto da IOMEDIA, permette al visitatore web di esplorare l’interno dello stadio posizionandosi in determinati punti a scelta, che sia un settore in gradinata o direttamente dal monte di lancio sul terreno di gioco, e muovendo il proprio “sguardo” con il puntatore del mouse. Un esempio delle molte opzioni che il team dello stadio di New York ha già esplorato in tempi recenti, e su cui si è appoggiato per la soluzione dei tour virtuali online.

Lo sapevi? Il pennone d’angolo a bordo campo (foul pole) che separa l’area di foul da quella di fuoricampo, allo Yankee Stadium è alto ben 90 piedi (poco più di 27 metri), quasi il doppio della media degli altri stadi di MLB (circa 50 piedi).

«Siamo costantemente alla ricerca di nuove possibilità per coinvolgere il pubblico, e la funzione Virtual Venue è uno degli esempi principali. Le potenzialità che ci offre sono una delle basi su cui abbiamo realizzato il programma online delle visite guidate, e grazie a questa esperienza lavoreremo su nuove idee e proposte. Il nostro obiettivo è quello di portare ai nostri tifosi il più possibile dello Yankee Stadium, della sua storia e del suo presente. Questo luogo è stato testimone di momenti, squadre e giocatori leggendari, e il Virtual Tour che abbiamo organizzato in queste settimane ci sta permettendo di raccontarne alcuni, facendoli conoscere anche a chi non ha la possibilità di venire qui».

Le visite guidate sono spesso un fiore all’occhiello per gli stadi, in Europa così come negli Stati Uniti. Sono occasioni uniche per i tifosi e diventano attrazioni turistiche per le stesse città, spesso anche inserite nei percorsi proposti dai tour operator. A Londra, per esempio, è normale imbattersi nei depliant informativi per i tour di Emirates Stadium o Stamford Bridge, distribuiti nelle hall di ogni albergo, e lo stesso Stadio Meazza è da anni una delle 5 mete turistiche preferite da chi visita la città di Milano.

yankee-stadium-tour-virtuale
(screenshot by Archistadia)
yankee-stadium
(Photo by Bruce Bennett/Getty Images)

L’esperimento dello Yankee Stadium può diventare un esempio per altri grandi stadi internazionali? Sicuramente sì, può e deve essere una soluzione da esplorare per garantire un’accessibilità completa a questi luoghi, sia in formato di video registrati sia con il programma online in diretta gestito dal personale ufficiale.

Il tradizionale rapporto diretto fra le guide e il pubblico, infatti, è qualcosa che allo Yankee Stadium si sta provando a sviluppare in un modo nuovo, trasferendolo sul piano della comunicazione online attraverso un servizio che aumenta la visibilità stessa anche della franchigia di baseball: «Abbiamo provato a rompere quella barriera rappresentata dall’obbligo di un contatto personale fra il nostro team di guide e i visitatori, esplorando un modo di connetterci al mondo completamente nuovo. L’eccezionalità delle visite guidate online è proprio che vengono condotte in diretta. Con il format del webinar, persone in ogni angolo del globo si collegano dal loro computer e seguono i racconti di una nostra guida, che si occupa anche di trasmettere schermate, foto e immagini dal Virtual Venue dello stadio. Siamo estremamente soddisfatti di come sta andando questo nuovo progetto!».

Oltre al Virtual Tour, lo Yankee Stadium ha pianificato anche alcune date per il programma Virtual Curator’s Circle, esclusive conferenze online in diretta dalla voce di Brian Richards, Senior Curator del museo dei New York Yankees. Della durata di 60 minuti, questi webinar permetteranno di conoscere aneddoti e attività legati alla ricerca storica e d’archivio nel passato dei New York Yankees.

Sia le visite guidate online, che i webinar del museo, sono totalmente gratuiti e il personale dà spazio al pubblico per qualche domanda o richiesta di curiosità al termine delle sessioni, proprio come nella classica visita di uno stadio di persona. «Per noi non c’è nulla di meglio che restare in contatto con il nostro pubblico e porteremo avanti questo progetto, senza il minimo dubbio! Questi programmi online, infatti, ci stanno dando la possibilità di interagire con tifosi e appassionati nel mondo come mai prima d’ora. Riceviamo le loro domande in diretta e i loro feedback, e gli facciamo conoscere l’incredibile storia degli Yankees, trasmettendogli la magia e l’unicità di questo stadio».

INFO: Le visite guidate online dello Yankee Stadium durano 45 minuti e sono organizzate ogni martedì e giovedì (con inizio alle ore 18 o alle ore 20 italiane), secondo un calendario in costante aggiornamento, consultabile qui, con tutte le info e il form per iscriversi alla sessione scelta.

© Riproduzione Riservata
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.

No comments

LEAVE A COMMENT