📚 “Ti amerei anche se vincessi”: cosa vuol dire tifare Scozia, nel libro di Antonello Cattani

Un’onesta confessione su cosa vuol dire tifare una Nazionale che non vince mai.

Mentre ci affacciamo a un’altra sosta per le Nazionali, con ancora negli occhi le immagini estive di Euro 2020, riprendiamo in mano un libro interessante e a tratti emozionante che ci permette di ripensare al ruolo del tifoso nel calcio e alla genuinità di certi sentimenti. In questo caso parliamo di Scozia, attraverso le pagine del libro di Antonello Cattani, dal titolo “Ti amerei anche se vincessi. Confessioni di un tifoso scozzese” (Urbone, 2018).

Cosa spinge un appassionato di calcio italiano a innamorarsi così follemente di un altro calcio, e addirittura delle sorti di un’altra Nazionale? È difficile dirlo, ma se ci pensiamo bene è lo stesso meccanismo che permette a tutti noi di “scegliere” la squadra di club del cuore. E in questo meccanismo di amore da lontano, di tifoso scozzese senza essere scozzese, c’è di più. C’è il problema che la Scozia, nel calcio, non ha mai vinto e, forse, non vincerà mai.

scozia ti amerei anche se vincessi libro
Copertina del libro “Ti amerei anche se vincessi”.
scozia croazia euro 2020
Andrew Robertson, capitano della Scozia, e i suoi compagni applaudono il pubblico di Hampden Park dopo la sconfitta contro la Croazia nel girone di Euro 2020 (Photo by Stu Forster/Getty Images)

Leggi anche: 1996, Estonia-Scozia: la partita in cui mancava una squadra

Il libro “Ti amerei anche se vincessi” parla proprio di questo. La forza di un sentimento e di una passione che va oltre i risultati sportivi della squadra, in una realtà come quella della Scozia peraltro compressa dalla vicina Inghilterra e dagli exploit di Irlanda e Galles.

Ma nel tifare per questa Nazionale c’è anche il fascino culturale di un Paese che rimane nel cuore di chi lo visita, e sottolinea ancor di più il binomio fondamentale fra calcio e geografia, fra luoghi di sport e luoghi di viaggio. Nonostante la Scozia non partecipi a una fase finale dei Mondiali dal 1998, e in ogni caso sia sempre stata eliminata al primo turno (addirittura da imbattuta, come successe nel 1974), c’è molto di più che lega l’autore a questa Nazionale. Raccontarne il tifo significa parlare della storia di una squadra unica per orgoglio, per senso di appartenenza dei propri giocatori e per attaccamento dei suoi tifosi, la famosa “Tartan Army”. Il tutto passando da alcuni storici exploit, come le famose vittorie a Wembley contro l’Inghilterra che hanno scritto momenti storici del Novecento.

Questo libro insegna (o spiega) cosa significhi tifare per una squadra che non è una big. E forse molti di noi si ritroveranno in certe emozioni, a prescindere che si parli di Nazionale o di squadre di club.

» Ti amerei anche se vincessi è acquistabile qui, su Amazon


Disclaimer: acquistando direttamente dal nostro link di affiliazione con Amazon ci garantite una piccola quota dei ricavi, ma per voi il prezzo rimane invariato

© Riproduzione Riservata
Post Tags
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.