Che differenza c’è fra softball e baseball?

Cambiano alcune dimensioni e spazi di gioco.

Quali sono le differenze fra softball e baseball? Nonostante siano due sport tendenzialmente simili, almeno nel loro sviluppo e obiettivo principale del gioco, il softball si potrebbe inquadrare in quella che è una forma ridotta del baseball, soprattutto per quanto riguarda spazi e dimensionamenti di campo e attrezzi, oltre a esserne in generale la versione femminile – anche se esistono a tutti gli effetti squadre maschili che lo praticano.

Se il baseball venne codificato nel XVIII secolo in Nord America, e sviluppato nel corso del XIX secolo, il softball nacque verso la fine dell’Ottocento (la prima partita di cui si ha memoria avviene a Chicago, nel 1887) come versione indoor del baseball, e inizialmente come sport che permettesse ai giocatori di tenersi in forma in inverno, durante la pausa dalla stagione ufficiale del più noto gioco del “batti e corri”.

softball baseball differenze palla
Una palla da baseball (a sinistra) a confronto con una palla da softball (a destra).
Spazi e dimensioni, cosa cambia fra softball e baseball

Le differenze principali e più importanti da capire fra softball e baseball riguardano spazi e dimensionamenti di campo e attrezzi da gioco. La palla da softball è più grande di quella da baseball (12″ di circonferenza contro 9″) e pesa di più (177-198 grammi contro 142-149 grammi). La mazza da softball è più lunga rispetto a quella da baseball di 1″, ma ha anche un diametro leggermente inferiore. Anche le dimensioni del diamante cambiano, e il campo da softball è più piccolo:

  • la distanza fra le basi è 18 metri (sono circa 27 metri nel baseball),
  • la distanza fra il monte di lancio e casa-base è 13 metri (18,44 metri nel baseball),
  • la lunghezza minima del campo dev’essere di 66 metri (76,2 metri nel baseball)

Ecco, quindi, perché per esempio nei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 abbiamo visto il campo da baseball dello stadio di Yokohama forzatamente ridotto nelle sue dimensioni, con barriere di delimitazione poste all’interno del diamante classico, per ricavarne quello del softball. In realtà ci sono anche alcune similitudini, come per esempio il numero di giocatori in campo (9 per entrambi gli sport) oltre alle dinamiche di sviluppo del gioco (il numero di strike necessari a eliminare il battitore o il numero di palle-ball conteggiate sui lanci non validi), mentre il softball dura 7 inning invece dei 9 del baseball.

Sia il softball che il baseball hanno una storia olimpica piuttosto altalenante che è andata di pari passo, in tempi recenti. Entrambi sono stati disciplina olimpica dal 1992 al 2008, esclusi poi da Londra 2012 e Rio 2016, e ritornano ai Giochi ora, con Tokyo 2020. In Italia, la Federazione che li racchiude entrambi è la FIBS, e l’Italia femminile di softball è campione d’Europa in carica (2021), oltre ad aver vinto 11 volte il titolo continentale nelle ultime 15 edizioni.

Leggi anche: Guida a stadi e arene di Tokyo 2020

softball campo olimpiadi tokyo 2020
Vista complessiva del campo da softball in occasione della sfida fra Giappone e Messico alle Olimpiadi di Tokyo 2020 (photo via Imago)

Cover image: Giulia Longhi in battuta durante la partita di softball dell’Italia contro l’Australia, alle Olimpiadi di Tokyo 2020 (photo by Imago)

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.