La stagione del Real Madrid a Valdebebas

Breve guida al centro sportivo che sta ospitando le partite ufficiali del Real.

Da quando il calcio europeo e mondiale è stato costretto a proseguire a porte chiuse, a causa della pandemia globale, il Real Madrid si è spostato nel suo centro sportivo di Valdebebas, giocando lì le proprie partite interne ufficiali, sul campo principale del complesso, l’Estadio Alfredo Di Stéfano.

L’aspetto curioso della vicenda è l’occasione di vedere un top club ospitare campionato e coppe sul proprio campo d’allenamento, mentre il lato interessante è che, così facendo, il Real sta portando avanti molto più liberamente il grande intervento di ristrutturazione e ampliamento del suo stadio, il Santiago Bernabéu.

real madrid valdebebas centro sportivo mappa
Il centro sportivo di Valdebebas del Real Madrid (img via Google Maps)

La Ciudad Real Madrid si trova nei pressi del Parco di Valdebebas, quartiere Barajas, a poca distanza dall’aeroporto di Madrid in zona nord-est della periferia cittadina. Inaugurato a settembre 2005, il centro sportivo del Real Madrid ha preso il posto della vecchia Ciudad Deportiva, i cui terreni erano stati venduti per una cifra vicina ai 500 milioni di euro. In questo modo, l’allora presidenza di Florentino Perez aveva potuto realizzare questa nuova struttura d’élite che si estende su 1,2 milioni di metri quadrati dei quali, però, solo 300mila al momento sono stati sviluppati.

Il progetto firmato dallo studio dell’architetto Antonio Lamela, infatti, è articolato su più fasi di costruzione (quella finalizzata fra il 2014 e il 2017 ha per esempio portato a implementare le stanze e la parte di hospitality per i ragazzi dell’academy provenienti da fuori città).

Perché il Real Madrid gioca nel centro sportivo di Valdebebas

A causa del grande intervento di restyling che coinvolge tutto lo stadio Santiago Bernabéu e il suo isolato (firmato sempre dall’Estudio Lamela), il Real Madrid già dall’estate 2020 (con la ripartenza del calcio europeo post-primo lockdown) ha deciso di spostarsi a giocare le partite casalinghe ufficiali all’Estadio Alfredo Di Stéfano, un impianto da 6mila posti che rappresenta il campo principale del centro sportivo e dove solitamente si giocano le gare del Real Madrid Castilla e quelle di Youth League.

Leggi anche: VIDEO / Come vanno i lavori all’Estadio Bernabéu di Madrid

Il complesso sportivo è finora costato circa 100 milioni di euro ed è dominato da un colossale edificio a forma di T che ospita spogliatoi, palestre, aule, sale conferenze, uffici, un’area per l’idroterapia, un centro medico, sale stampa e media (con gli studi di Real Madrid TV) e altri servizi per giocatori e staff. 10 campi da calcio in erba naturale e artificiale circondati da tribune con una capienza complessiva di oltre 11mila persone si sviluppano sui terreni del centro, e qui si allena e gioca anche il CD Tacón, la squadra femminile della società, oltre a tutte le squadre giovanili del club.

real madrid valdebebas centro sportivo panoramica aerea campi
(photo by Estudio Lamela)
real madrid valdebebas centro sportivo hotel
(photo by Fernando Alda)

La Prima Squadra del Real Madrid è collocata in un’ala esclusiva del complesso, su 8.300 metri quadrati di spazi, 57 stanze, e due piani ciascuno con terrazza e area lounge

Il centro sportivo di Valdebebas dispone anche di una caffetteria, chiamata La Cantera, dalla quale i tifosi possono seguire gli allenamenti grazie ad ampie vetrate affacciate direttamente sui campi. La struttura si completa poi con il cosiddetto Padiglione, una costruzione indoor riservata agli allenamenti della sezione di basket del Real Madrid (sia Prima Squadra che giovanili) ma anche per eventi di carattere commerciale e istituzionale. La quarta fase del progetto per Valdebebas prevede anche il futuro ampliamento delle tribune dello stadio Alfredo Di Stéfano e l’aumento di capienza a 25mila posti.

Quando il Real Madrid tornerà al Bernabéu?

Le previsioni del Real Madrid sono di ultimare i lavori allo stadio Bernabéu in tempo per l’inizio della stagione 2022/2023, ma la squadra potrebbe tornare a giocare nel suo impianto già nella stagione 2021/2022 o, comunque, appena la situazione pandemica si sarà fatta meno pressante e i tifosi potranno ritornare sugli spalti. Il progetto di restyling del Bernabéu, infatti, era stato inizialmente organizzato per portare avanti i lavori in coabitazione con lo svolgimento delle gare ufficiali, sfruttando uno schema d’intervento selettivo in sequenza su ogni parte dello stadio (e dell’isolato), così da limitare i disagi e non trasformare l’intero edificio in un unico cantiere.

La pandemia e l’obbligo di giocare a porte chiuse hanno soltanto “facilitato” il calendario delle operazioni, e il Real Madrid ha preferito lasciare campo libero agli operai spostandosi nel suo centro sportivo, e garantendo così un’ottimizzazione dei tempi di ristrutturazione.

real madrid valdebebas centro sportivo stadio di stefano
L’esterno dell’Estadio Alfredo Di Stéfano, al centro sportivo di Valdebebas del Real Madrid (photo by Tim Goodex via Imago Images)
real madrid valdebebas stadio di stefano panoramica
Panoramica dell’Estadio Alfredo Di Stéfano, al centro sportivo di Valdebebas del Real Madrid (photo via Marca)

Il campo principale del centro sportivo di Valdebebas è intitolato ad Alfredo Di Stéfano (Barracas, 4 luglio 1926 – Madrid, 7 luglio 2014), considerato uno dei migliori giocatori della storia del Real Madrid e del calcio europeo. Argentino di nascita, spagnolo di adozione, con la maglia del Real Madrid ha vinto 8 volte il campionato e 5 volte la Coppa dei Campioni, oltre a una serie di altri trofei sia con i Blancos che con il River Plate e i Millionarios. Una statua lo celebra all’esterno dello stadio, nel centro sportivo di Valdebebas.

Per la disputa delle partite di Liga e Champions League, il campo Di Stéfano è stato adeguato con l’installazione di un impianto di illuminazione LED e l’implementazione di tutta la tecnologia per le riprese televisive 4K e la gestione del comparto VAR.

Questa breve guida è stata redatta in occasione della partita di Champions League fra Real Madrid e Atalanta, del 16 marzo 2021.

© Riproduzione Riservata

Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.