Perché la nuova maglia dell’Irlanda è blu?

Celebra il centenario della Federazione, e racconta una piccola ma importante parte di storia irlandese.

La Repubblica d’Irlanda ha ufficializzato la nuova maglia Home (in edizione limitata), firmata Umbro, e c’è una cosa eccezionale: è di colore blu, non verde! Nonostante possa sembrare un’assurdità o, peggio, un vezzo dettato dalle mode contemporanee sempre più estreme, in realtà questa nuova maglia celebra una parte fondamentale della storia irlandese.

La nuova maglia blu dell’Irlanda commemora il centenario dalla fondazione della Federazione calcistica irlandese, la Football Association of Ireland (FAI), fondata nel settembre 1921 come federazione calcio del neonato Irish Free State, e riprende il colore indossato dalla nazionale almeno fino al 1924 e certamente già dalla fine degli anni ’10 del Novecento.

irlanda maglia blu centenario stemma
Un dettaglio della maglia blu della Repubblica d’Irlanda, celebrativa del centenario della Federazione (photo by Umbro)
Lo Stato Libero d’Irlanda

L’isola d’Irlanda, che oggi è suddivisa in Irlanda del Nord e Repubblica d’Irlanda (o Éire), fece parte del Regno Unito per più di un secolo, dal 1801 fino al 1922. Dopo una lunga Guerra d’Indipendenza, il 6 dicembre 1921 si arrivò al tanto agognato Trattato Anglo-Irlandese che, di fatto, gettò le basi per la successiva indipendenza completa dell’Irlanda del Sud (che si completerà ufficialmente a dicembre 1922) e, inizialmente, creò il primo passaggio del cosiddetto Stato Libero d’Irlanda, riconosciuto anche a livello internazionale. Dall’Irish Free State si arriverà poi alla proclamazione ufficiale della Repubblica d’Irlanda nel 1949.

In parallelo alla nascita dello Stato Libero irlandese, venne costituita anche la Federazione calcistica nazionale, che si staccò da quella originale che comprendeva l’intera isola.

La Federazione calcistica irlandese esisteva dal 1880, ed era in realtà nata dalla spinta di alcuni club di Belfast (capitale dell’attuale Irlanda del Nord). Si chiamava Irish Football Association e, all’interno del Regno Unito, funzionava esattamente come oggi funzionano le singole federazioni degli stati membri. Nel 1921 si arrivò alla scissione, con la creazione della Federazione dell’Irlanda del Sud, ma già negli anni precedenti il colore principale delle maglie nazionali era il blu.

Va infatti ricordato che il colore ufficiale dell’Irlanda (culturalmente e storicamente intesa come isola, senza distinzioni interne) è il ​​blu, non il verde.

irlanda maglia blu stemma araldico
Lo stemma araldico d’Irlanda, uno scudo blu con al centro un’arpa dorata (img via Wikimedia Commons)
irlanda maglia blu centenario olimpiadi
Il programma della sfida fra Repubblica d’Irlanda e Bulgaria, alle Olimpiadi 1924: la descrizione delle divise delle due squadre indica maglia blu, pantaloncini bianchi e calzettoni blu per l’Eire (photo via Jonathan Courtenay)

Il programma della sfida fra Repubblica d’Irlanda e Bulgaria, alle Olimpiadi 1924: la descrizione delle divise delle due squadre indica maglia blu, pantaloncini bianchi e calzettoni blu per l’Eire (photo via Jonathan Courtenay)

Il blu reale è il colore di fondo dello scudo nello stemma araldico irlandese, con al centro un’arpa dorata, simbolo nazionale. Successivamente al 1921, la neonata Repubblica d’Irlanda del calcio giocò la sua prima partita ufficiale di sempre nel torneo olimpico di Parigi 1924: vinse contro la Bulgaria 1-0 e giocò ancora in maglia blu (anche perché i bulgari erano in maglia verde e non ci sarebbe stata possibilità di scelta in ogni caso).

La nuova maglia Umbro celebrativa del centenario della Federazione, che viene venduta in edizione limitata, è in colore royal blue e riporta lo storico stemma della Nazionale, con il semplice scudo bianco e un trifoglio al centro. Anche il simbolo Umbro è in blu tono su tono, e la maglia si completa con un colletto alla coreana, che riprende lo stile della maglia indossata alle Olimpiadi 1924.

Leggi anche: Croke Park Hill 16, il valore storico della gradinata dello stadio nazionale irlandese

Lo stemma araldico irlandese, con scudo a fondo blu e un’arpa dorata al centro, risale ai re d’Irlanda nel XIII secolo. Fu poi adottato da Enrico VIII quando decretò il Regno d’Irlanda nel 1541, e successivamente riportato nel 1601 (insieme agli scudi di Inghilterra e Scozia) all’interno del vessillo reale britannico, in occasione dell’unificazione dei territori. Fa attualmente parte del vessillo reale e dello stemma araldico reale della corona britannica.

per saperne di più:

  • Green White Orange, la storia delle maglie della Nazionale di calcio della Repubblica d’Irlanda 1921-2021, di Eddie O’Mahony (pre-ordinabile a questo link)
irlanda maglia blu centenario
La maglia blu della Repubblica d’Irlanda, celebrativa del centenario della Federazione (photo by Umbro)
irlanda maglia blu centenario olimpiadi bulgaria
Foto di squadra della Repubblica d’Irlanda, prima della partita contro la Bulgaria alle Olimpiadi 1924 (photo via Ireland Soccer Shirts)
bandiera reale britannica irlanda inghilterra scozia
La bandiera reale della Corona britannica, che comprende gli stemmi di Inghilterra, Irlanda e Scozia (img via Wikimedia Commons)
irlanda maglia blu libro umbro
Le due maglie celebrative del centenario della Federazione calcistica della Repubblica d’Irlanda: la maglia Home, di colore blu, e quella da portiere, di colore giallo. In basso, il libro di Eddie O’Mahony sui 100 anni di storia delle maglie della Nazionale irlandese (photo via Ireland Soccer Shirts)

Le due maglie celebrative del centenario della Federazione calcistica della Repubblica d’Irlanda: la maglia Home, di colore blu, e quella da portiere, di colore giallo. In basso, il libro di Eddie O’Mahony sui 100 anni di storia delle maglie della Nazionale irlandese (photo via Ireland Soccer Shirts)

irlanda maglia blu centenario umbro
La maglia blu della Repubblica d’Irlanda, celebrativa del centenario della Federazione (photo by Umbro)

Non è ancora definito se la maglia verrà utilizzata anche in una delle prossime gare ufficiali. Umbro e FAI hanno prodotto anche la versione da portiere (di colore giallo), quindi è facile immaginare che questa divisa verrà indossata anche in campo, almeno una volta nel corso dei prossimi mesi.

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Fondatore e curatore dei contenuti di Archistadia, scrive di architettura sportiva ed è un fotografo. Laureato in Architettura e Restauro, da oltre dieci anni si occupa di divulgazione sui temi tecnici ed estetici collegati a stadi e impianti sportivi. Collabora con le riviste l'Ultimo Uomo e il Giornale dell'Architettura. Cresciuto con la musica Britpop, il calcio inglese e la cultura anni Novanta.