Europa-Park, il nuovo stadio del Friburgo

L’Europa-Park Stadion è stato inaugurato ufficialmente.

Le lacrime versate da Christian Streich e dai tifosi del Friburgo al termine della partita contro l’Augsburg del 26 settembre scorso, sono state il saluto d’addio al vecchio Dreisamstadion (meglio noto come Schwarzwald-Stadion), casa del club tedesco dal 1954 lungo la riva del fiume Dreisam. All’orizzonte c’era il trasferimento nel nuovo stadio, l’Europa-Park, scintillante impianto inaugurato prima con un’amichevole contro il St. Pauli domenica 10 ottobre, e poi con la prima gara ufficiale di campionato, l’1-1 contro il Lipsia.

Il nuovo Europa-Park Stadion si svela ai tifosi del Friburgo dopo tre anni di lavori e la volontà di stabilire il club a medio-alti livelli in Bundesliga, in particolare dopo la promozione del 2016. La priorità del progetto, firmato da HPP Architekten, era quella di trasportare l’atmosfera amichevole e accogliente dello Schwarzwald Stadion all’interno del nuovo edificio, donandogli anche un aspetto estetico coerente con le necessità della cittadina tedesca e dell’area circostante.

friburgo nuovo stadio scorcio esterno
Scocio esterno verso il nuovo stadio del Friburgo, l’Europa-Park Stadion (photo by SC Freiburg)
Europa-Park, il nuovo stadio del Friburgo

Per questo motivo, l’Europa-Park Stadion mostra un aspetto leggero e semplice dall’esterno, segnato da sottili elementi diagonali in acciaio di sostegno alla copertura che creano un effetto geometrico snello che abbraccia il perimetro dello stadio, liberando l’accesso del pubblico agli spalti attraverso uno spazio che è simile a quello di un velato portico. Fino ad arrivare poi all’interno, dove la forte pendenza delle gradinate e la compattezza a ridosso del campo, portano il pubblico nel vivo dell’azione e creano un coinvolgimento importante dal punto di vista dell’atmosfera.

Cuore pulsante dello stadio è la gradinata sud, quella dei tifosi di casa, con 8mila posti, mentre la capienza complessiva dell’impianto è di 34.700 posti (di cui 22.300 posti a sedere e ben 12.400 posti in piedi, il 36% del totale). Con 2.100 posti auto esterni, e 3.700 parcheggi per biciclette, il nuovo stadio del Friburgo punta moltissimo anche sulla funzionalità e l’accessibilità, come confermato dai 144 posti riservati a tifosi con disabilità, un numero piuttosto elevato per gli standard tradizionali. Lo stadio è totalmente accessibile senza barriere, con quattro rampe principali che collegano il piazzale circostante all’interno dell’impianto.

Lo stadio nel suo complesso è alto appena 25 metri, un limite imposto dalla presenza del vicino aeroporto, ed è dotato di 170 faretti LED per l’illuminazione verso il campo, tutti racchiusi nel profilo interno della copertura. Entro il 2022 verrà anche ultimata l’installazione dei pannelli solari sul tetto che, per dimensioni, diventeranno la più grande struttura di questo tipo al mondo.

Leggi anche: Com’è il St Jakob Park di Basilea

friburgo nuovo stadio vista interna
Vista interna verso il campo, nel nuovo stadio del Friburgo, l’Europa-Park Stadion (photo by SC Freiburg)
friburgo nuovo stadio panoramica esterna
Panoramica esterna del nuovo stadio del Friburgo, l’Europa-Park Stadion (photo by SC Freiburg)

Il vecchio Dreisamstadion, inaugurato nel 1954, era ormai inadatto agli standard del calcio contemporaneo, sia per la presenza di un campo da gioco troppo piccolo (100,5m x 68m), sia perché presentava un dislivello longitudinale del terreno di circa 98 cm da una porta all’altra, ed era stato utilizzato ancora negli ultimi anni grazie a una deroga della Federazione tedesca. I passi burocratici per il nuovo stadio del Friburgo presero corpo nel dicembre 2012 con l’ok della municipalità locale alla realizzazione dell’impianto, passando poi per la scelta e l’approvazione della location nel febbraio 2015 e l’inizio del cantiere nel novembre 2018. Al costo totale del progetto di circa 76 milioni di euro, vanno infine aggiunti ulteriori 50 milioni per i costi delle infrastrutture accessorie all’intervento.

La proprietà dello stadio è detenuta dalla Stadion Freiburg Objektträger GmbH & Co. KG, società partecipata dal Comune al 100%, e l’impianto è ora in concessione all’SC Friburgo dietro pagamento di un affitto annuale di 3,8 milioni di euro, che scenderà a 2,8 milioni di euro se il club retrocederà in 2.Bundesliga.

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Fondatore e curatore dei contenuti di Archistadia, scrive di architettura sportiva ed è un fotografo. Laureato in Architettura e Restauro, da oltre dieci anni si occupa di divulgazione sui temi tecnici ed estetici collegati a stadi e impianti sportivi. Collabora con le riviste l'Ultimo Uomo e il Giornale dell'Architettura. Cresciuto con la musica Britpop, il calcio inglese e la cultura anni Novanta.