Cosa rappresenta il logo della Nations League

La competizione biennale che sta rilanciando le sfide fra Nazionali europee.

Inaugurata con la prima edizione del 2018, la Nations League è la nuova competizione UEFA a cadenza biennale che sta provando a rinnovare la storia delle gare fa le Nazionali europee (anche in connessione con le qualificazioni a Europei e Mondiali, e con il ranking continentale).

Immaginata nel 2013 come vero e proprio “nuovo torneo” ufficiale per le Nazioniali europee, dall’allora presidente della Federazione norvegese, Yngve Hallén, la Nations League è stata poi adottata ufficialmente dalla Uefa con il Congresso ordinario tenutosi ad Astana nella primavera 2014. Finora si sono giocate due edizioni, con la vittoria del Portogallo nel 2018 e della Francia nel 2021.

Com’è il logo della Nations League

La Nations League è tecnicamente la prima competizione per squadre nazionali a seguire un formato di campionato in cui tutte le 55 federazioni affiliate alla UEFA partecipano contemporaneamente e il logo, sviluppato in collaborazione con l’agenzia creativa Young & Rubicam Branding (con sede a Lisbona), è definito da un design colorato e vivace, che ha dovuto riuscire a rappresentare in modo semplificato tutti i Paesi europei, rinnovando anche il tradizionale concetto dell’uso delle bandiere nazionali.

Leggi anche: Breve storia del Tricolore, la bandiera d’Italia

nations league logo pattern
Pattern grafico per la Nations League (img by VMLY&R)

Il logo della Nations League riprende tutti i colori delle bandiere nazionali delle 55 nazioni in gara, riportandoli su un un modulo basato su figure geometriche che illustrano: la promozione (triangolo in alto), il pareggio (cerchio) e la retrocessione (triangolo in basso), che ulteriormente combinati fra loro rendono l’analogia rappresentativa del centrocampo (come in uno stadio di calcio).

Questo elemento geometrico combinato (un rombo con al suo interno un cerchio, e una divisione centrale orizzontale bi-colore) crea lo standard che si ripete e viene declinato su diverse combinazioni di colori, a comporre poi in uno schema di 4 x 4 la bandiera della Nations League – che è il logo vero e proprio. Il rombo da solo, poi, viene sfruttato per rappresentare le singole bandiere nazionali in occasione di ogni partita.

nations league logo bandiere
Come vengono declinate le singole bandiere nazionali nella grafica della Nations League.
nations league torino finals
La bandiera della Nations League sventolata nel pre-partita di Belgio-Francia, semifinale del torneo 2021, all’Allianz Stadium di Torino (photo by Antonio Cunazza – tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione)

La cosiddetta Bandiera delle Nazioni è un logo innovativo anche perché è il primo a essere stato realizzato in formato dinamico: oltre alle versioni stampate fisse, su gadget e magliette, la bandiera sventola continuamente quando è visualizzata su dispositivi mobili e grafiche interattive.

© Riproduzione Riservata
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.