Breve guida al Tallaght Stadium

Lo stadio di casa dello Shamrock Rovers, a Dublino.

Trovarsi nei pressi del Tallaght Stadium significa essere nella parte più periferica di Dublino, a circa 10 km sud-ovest dal centro città, nell’omonimo comune che insiste su uno dei centri monastici più antichi d’Irlanda (risalente all’VIII secolo). Qui, in realtà, siamo molto più vicini alle Dublin Mountains che a O’Connell Street, ma pur sempre all’interno dei confini amministrativi della capitale irlandese, dove lo Shamrock Rovers gioca le sue partite dal 2009, anno d’inaugurazione dello stadio.

Il Tallaght Stadium è in effetti la “nuova” sistemazione dei Rovers in tutto e per tutto, dopo che per decenni i bianco-verdi avevano fondato le loro radici all’interno della città, giocando nell’ormai scomparso Glenmalure Park dal 1926 al 1990, ma arrivando dalle origini ancora precedenti del quartiere Ringsend (l’area portuale segnata dalle due alte ciminiere della centrale elettrica Poolbeg, che rappresentano una delle “cartoline” di Dublino), fin dalla fondazione del club nel 1899.

tallaght-stadium-dublino-shamrock-rovers
(Photo by Harry Murphy/Bongarts/Getty Images)

Classificato di categoria-4 per le competizioni UEFA, ha una capienza di 8mila posti (con il progetto di ampliamento in fase di realizzazione, per salire a 10mila posti) ed è completamente senza barriere, con un livello di accessibilità ottimale per qualunque tifoso portatore di handicap. Inaugurato nel 2009 su progetto dell’architetto dublinese Martin Noone, ha una struttura principale costituita dalle due tribune centrali, a cui si è aggiunta la nuova gradinata sud, nel 2019, che verrà affiancata da quella nord con il prossimo ampliamento, completando così lo stadio sui quattro lati.

Nel 2010 aveva giocato qui la Juventus, in un preliminare di Europa League, e lo Shamrock vi aveva anche disputato l’intera a fase a gironi della competizione nella stagione 2011/12. Oltre ad aver ospitato vari altri sport, fra cui rugby, calcio gaelico e football americano, nel corso del 2019 sono stati organizzati qui un totale di 220 eventi extra-sportivi, sfruttando lo spazio per concerti e spettacoli (con capienza massima di 20mila posti) e le tre sale meeting interne che possono accogliere fino a 300 delegati. Il Tallaght Stadium è stato anche premiato con il Pitch of the Year Award per il campionato di Premier League irlandese nelle stagioni 2010 e 2012.

tallaght-stadium-dublino-shamrock-rovers
(photo by dublinsoutdoors.ie)
tallaght-stadium-dublino-shamrock-rovers
(photo by Ben Ryan Photography)

Lo stadio è di proprietà del South Dublin County Council, che nel febbraio 1997 concesse allo Shamrock Rovers i permessi di costruire, prima che i lavori affrontassero un percorso piuttosto travagliato: avviati nel 2000, subirono lo stop nel 2001 a causa di una disputa legale con le amministrazioni locali e il pericolo del fallimento per il club stesso. Ripresero poi nel 2008 e furono completati l’anno successivo.

Come raggiungere il Tallaght Stadium

Per arrivare allo stadio dello Shamrock Rovers è possibile utilizzare i mezzi pubblici (o, in alternativa, affidarsi all’automobile, con l’uscita N81 sul tratto-11 dell’autostrada M50):

  • autobus 49, dalla fermata del Trinity College in direzione sud, scendere alla fermata Football Stadium (durata del percorso di circa 1 ora)
  • Red Line metropolitana leggera LUAS, dalla fermata Abbey Street (zona O’Connell Bridge) in direzione sud, fermata Football Stadium (circa 50 minuti)

Questa scheda di presentazione è stata originariamente redatta in occasione del turno preliminare di Europa League 2020/2021, Shamrock Rovers vs Milan, in programma (a porte chiuse causa-pandemia) il 17 settembre 2020

Cover image: photo by Shamrock Rovers FC

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.

No comments

LEAVE A COMMENT