Stadi del passato / Paraguay, Estadio Roberto Béttega

Ascesa e caduta dello stadio di Asunción intitolato all’ex gloria della Juventus.

Ci sono casi in cui uno stadio conserva aneddoti curiosi e affascinanti, che collegano fra loro persone e luoghi da continenti diversi. È il caso dell’Estadio Roberto Béttega, rimasto in funzione fra il 2002 e il 2015 e situato in un sobborgo di Asunción, la capitale del Paraguay.

Che uno stadio venga intitolato a una personalità celebre è fatto frequente, ma che questi sia ancora in vita è più raro (si ricorda, per esempio, lo stadio dello Sturm Graz, “dedicato” ad Arnold Schwarzenegger per dieci anni prima che subentrasse il nome di uno sponsor dopo il 2005). Dietro a un’intitolazione, solitamente c’è sempre un legame stretto con la città o con la squadra, ma la storia dello stadio dedicato all’ex campione della Juventus parla soltanto di semplice, genuina, passione per il calcio.

stadio roberto bettega tacuary paraguay
Vista panoramica sull’Estadio Roberto Bettega, del Tacuary FC, ad Asuncion, Paraguay.

Artefice di questa decisione, nel 2002, è Francisco Ocampo, l’allora presidente/allenatore del Tacuary FC, un club con sede nel Barrio Jara, quartiere della capitale paraguaiana. La squadra ha una storia quasi centenaria e, dal secondo dopoguerra, gioca all’Estadio Toribio Vargas, un piccolo impianto con due sole tribune laterali, come ce ne sono tantissimi altri ad Asunción.

Dal Paraguay a Bettega, passando per gli States

Il primo contatto fra Roberto Bettega e Ocampo avviene negli anni ’80, quando l’ex-bianconero gioca una stagione nei Toronto Blizzard nel campionato nordamericano dell’allora NASL, oggi defunta e sostituita dalla Major League Soccer. Ocampo rimane ammirato dallo stile di gioco di Bettega e se ne innamora calcisticamente, prima di ritrovarlo a fine anni ’90, quando è diventato dirigente della Juventus.

In quel periodo, Francisco Ocampo è agente di alcuni calciatori paraguaiani, e contatta Bettega per proporgli Tomás Guzman, all’epoca talento di una squadra giovanile locale ma già nel giro della Nazionale Under 17 del Paraguay. L’affare si conclude e Guzman passa alla Juventus nel 2000 – ma dalle parti di Torino fanno fatica a ricordarselo, con solo una manciata di presenze e tanti prestiti fra Crotone, Piacenza, Ternana, Siena, Messina, Spezia e Gubbio, prima di tornare in Paraguay nel 2013.

roberto bettega toronto blizzars nasl
Uno stacco di testa di Roberto Bettega, con la maglia dei Toronto Blizzars.
club tacuary stadio bettega logo
Il logo del Club Tacuary FC.

Il legame, prima sportivo poi dirigenziale, tra Francisco Ocampo e Roberto Bettega rimane saldo e nel 2002, quando il Tacuary conquista la storica promozione alla Primera Division paraguaiana, Ocampo decide di onorare il suo idolo/amico intitolandogli il nuovo impianto dove giocherà il club. Nasce così l’Estadio Roberto Bettega, collocato circa 7 km a nord del precedente campo da gioco utilizzato dal Tacuary, e costituito da due tribune laterali principali (delle quali solo una dotata di copertura). Il Tacuary giocherà “al Béttega” anche due turni di Copa Libertadores (nel 2005 e nel 2007) e due di Copa Sudamericana (2007 e 2012), in uno stadio che nei suoi anni migliori arriverà a poter ospitare fino a 7mila persone.

Non c’era soltanto la dedica a Bettega nello stadio del Tacuary: la tribuna centrale dello stadio era intitolata a Heriberto Herrera, gloria del calcio paraguaiano e, in carriera, anche allenatore di Juventus e Inter fra gli anni ’60 e ’70.

La storia del piccolo stadio di Asunción si chiude fra il 2014 e il 2015. I debiti del club verso le banche costringono Francisco Ocampo a vendere il terreno su cui sorge l’impianto all’impresa portuale San Francisco SA. L’ultima partita del Tacuary “al Béttega” si gioca il 18 novembre 2014, una sconfitta 0-3 contro il Gral Caballero, in Seconda Divisione. La squadra fa ritorno all’Estadio Toribio Vargas, dov’era sempre rimasta la sede sociale, e l’area del Béttega diventa parcheggio e deposito di container: il terreno di gioco e parte delle tribune oggi sono ancora lì, nonostante progetti più o meno concreti di riqualificare la zona e costruire un nuovo hangar di deposito e smistamento logistico.

“Il Béttega” rimane un affascinante punto sulla mappa di Asunción, che testimonia le connessioni e l’incredibile sequenza di incontri ed eventi che il calcio può creare, e il valore identitario, storico e sociale di questo sport.

stadio roberto bettega tribuna herrera tacuary paraguay
Il box stampa nella tribuna intitolata a Heriberto Herrera, all’Estadio Roberto Bettega, ad Asuncion, Paraguay.
stadio roberto bettega tribuna tacuary paraguay
Una tribuna dell’Estadio Roberto Bettega, ad Asuncion, Paraguay.
stadio roberto bettega paraguay tramonto
L’Estadio Roberto Béttega al tramonto, durante una partita nel 2012 (photo by Ralph Hannah / paraguayfootball.wordpress.com)

Il Club Tacuary FC è una società semi-professionistica di Asunción che (dati aggiornati al 2020) milita in Segunda Division in Paraguay.

Il luogo dell’Estadio Roberto Béttega è qui, su Google Maps

Questo articolo è stato pubblicato su Archistadia originariamente in versione ridotta, il 23 marzo 2017.

© Riproduzione Riservata
Post Tags
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.