santiago bernabeu real madrid chi era stadio

Chi era Santiago Bernabéu

E perché lo stadio del Real Madrid è intitolato a lui?

Potremmo quasi dire che senza Bernabéu, il Real Madrid non sarebbe forse mai diventato il club che è oggi. In effetti, Don Santiago Bernabéu de Yeste (Almansa, Albacete, 1895 – Madrid, 1978) ha rappresentato le Merengues per oltre mezzo secolo, rivoluzionando il club e influenzando in modo decisivo anche il calcio europeo, creando quasi da zero una struttura che ha permesso al Real di diventare il club più famoso e importante del mondo.

Bernabéu iniziò a giocare nelle giovanili del Real a 14 anni, approdando poi in Prima Squadra a 17 anni (nel 1912) dove rimarrà fino al ritiro nel 1927 (nel ruolo di attaccante), diventando nel frattempo anche capitano del club. Già all’epoca viene definito “El primer gran jugador de club del Real Madrid” (il primo grande giocatore della storia del club) e con la maglia dei bianchi vince la Coppa del Re 1917.

santiago bernabeu real madrid giocatore
Un giovane Santiago Bernabéu da calciatore del Real Madrid (photo via AS)

Dopo il ritiro, ricopre vari ruoli in società fino allo scoppio della Guerra Civile Spagnola (1936), durante la quale peraltro si schiera con le forza Franchiste, e rientra al Real nella posizione più importante. Nel 1943 la sua elezione a presidente del Real Madrid dà il via a uno dei progetti calcistici e sportivi più incredibili della storia del Novecento.

Dal suo insediamento in poi, infatti, Bernabéu inizia a creare una struttura societaria di altissimo livello e ben organizzata, per esempio collocando figure tecniche specifiche al seguito di ogni squadra giovanile e proponendo la realizzazione del centro d’allenamento Ciudad Deportiva, un’idea all’avanguardia in un’epoca in cui le squadre si allenano ancora semplicemente sul campo da gioco del proprio stadio. E, soprattutto, decide per la costruzione del nuovo impianto del club, il Nuevo Estadio Chamartín, che verrà inaugurato nel 1947.

La sua influenza e la sua visione proiettata nel futuro aprono nuove strade anche per tutto il calcio europeo. Sarà infatti lui a essere uno dei promotori per la creazione della Coppa dei Campioni, nel 1955, prendendo spunto dall’iniziale idea di un giornalista de L’Equipe e basandosi sul format dell’allora Coppa Latina (che coinvolgeva club di Italia, Francia, Spagna e Portogallo). Le prime cinque Coppe dei Campioni saranno vinte proprio dal Real Madrid, grazie anche all’idea di Bernabéu di acquistare le stelle straniere (come l’ungherese Puskas) e il Don Santiago supporterà anche la creazione della Coppa Intercontinentale nel 1960, altro passaggio fondamentale nella storia del calcio del Secondo Dopoguerra.

stadio bernabeu real madrid facciata esterna
La facciata esterna dell’Estadio Santiago Bernabéu di Madrid (Photo by Clive Rose/Getty Images via OneFootball)

Lo sapevi? Dopo la tragedia di Monaco 1958, in cui morì gran parte della squadra del Manchester United, Santiago Bernabéu accettò di organizzare una serie di amichevoli fra il Real Madrid e i Red Devils (fra il 1959 e il 1962) per permettere al club inglese di recuperare incassi utili alla ricostruzione della rosa e al superamento delle difficoltà successive al disastro. Era il suo modo per riconoscere al Man Utd il rispetto che aveva sempre nutrito nei loro confronti, e nei confronti della splendida squadra allenata da Matt Busby.

Nei suoi 35 anni di presidenza, il Real Madrid vinse 29 trofei ufficiali (fra cui 16 campionati e 6 Coppe dei Campioni), un record eguagliato soltanto da Silvio Berlusconi alla guida del Milan, ed è il presidente più vincente della storia del Real. Bernabéu morì improvvisamente nel 1978, nel periodo in cui si stava svolgendo il Mondiale in Argentina.

Lo stadio Chamartín fu intitolato a Santiago Bernabéu già nel 1955, ben prima che iniziassero le varie fasi di ammodernamento e ampliamento che l’avrebbero accompagnato nei decenni successivi, fino a portarlo all’attuale versione anni ’90, dichiaratamente ispirata al Meazza di Milano. E vedendo come continua a essere trasformato lo stadio delle Merengues, e quale sarà il suo futuro dopo l’ambizioso intervento attualmente in fase di realizzazione, siamo sicuri che anche Don Bernabéu ne sarebbe davvero orgoglioso.

santiago bernabeu di stefano
Don Santiago Bernabéu (a sx) con Alfredo Di Stefano (a dx) (photo via twitter / The League Magazine)
estadio chamartin real madrid bernabeu
Vista aerea del Nuevo Estadio Chamartín, stadio del Real Madrid inaugurato nel 1947 (photo via twitter / Carlo Pizzigoni)
real madrid stadio bernabeu vista panoramica interna
Vista panoramica interna dell’Estadio Santiago Bernabéu di Madrid, nel 2017 (Photo by Denis Doyle/Getty Images via OneFootball)
real madrid bernabeu trasformazione
L’evoluzione dello stadio Bernabéu di Madrid dalla prima versione anni ’50, a quella attuale e a quella futura.

Cover image: Don Santiago Bernabéu guarda il nuovo stadio del Real Madrid appena ultimato (negativo da foto d’epoca, 1947 via El Independiente)

© Riproduzione Riservata

Total
10
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero interessarti
Total
10
Share