Non avevamo bisogno della censura UEFA sulla maglia dell’Ajax

I “tre uccellini” in ricordo di Bob Marley non possono essere mostrati nelle competizioni europee.

Se Bob Marley fosse vivo oggi, avrebbe forse accolto la decisione Uefa sulla maglia dell’Ajax con uno dei suoi sorrisi placidi e serafici, consapevole che queste piccole reazioni di opposizione dimostrano ancor di più quanto l’atto iniziale sia semplice e positivo (“Nessuno, a parte noi stessi, può liberare la propria mente dai rigidi limiti imposti dalla società” / “Emancipate yourselves from mental slavery, None but ourselves can free our minds”, Redemption Song, 1980).

La Uefa, in nome dell’art. 7 del proprio regolamento, ha obbligato l’Ajax ha togliere il logo di colore rosso/giallo/verde raffigurante tre uccellini sul retro della sua nuova terza maglia. Il kit, uscito per questa stagione 2021/22 e di colore principale nero, è stato prodotto in onore di Bob Marley e della sua canzone “Three Little Birds” che, dal 2008, è stato adottato ufficialmente come inno dei tifosi del club olandese. I tre colori rosso/giallo/verde (simbolo della cultura Rasta) sono declinati nelle tre strisce dello sponsor tecnico Adidas, e vengono ripresi anche nel disegno dei tre uccellini sul retro, sotto il colletto, con una grafica stilizzata che richiama quella dello stemma dell’Ajax.

Un’operazione estetica (e di marketing) di ottima fattura, che l’Ajax aveva comunque messo in preventivo avrebbe fatto storcere il naso dalle parti di Nyon. All’interno delle Equipment Regulations Uefa, si impone che sulle maglie dei club, durante le gare ufficiali, non compaiano simboli di nessun tipo a parte lo stemma del club e gli sponsor (o eventuali loghi per progetti di beneficenza). Di conseguenza, anche tre uccellini possono evidentemente destabilizzare la situazione, e la Uefa aveva già bocciato il dettaglio della maglia nella fase di pre-approvazione che precede l’avvio di stagione, obbligando anche la Federazione olandese a impedire l’uso della maglia in campionato.

Leggi anche: Alcune belle foto di Bob Marley che gioca a calcio in un parco di Londra

ajax maglia bob marley three little birds
La nuova terza maglia dell’Ajax 2021/22 (photo by AFC Ajax)
ajax maglia three little birds bob marley fronte retro
La nuova terza maglia dell’Ajax 2021/22 (photo by AFC Ajax)

L’Ajax si era comunque già cautelata con una versione alternativa senza volatili, e l’ha per esempio indossata nella trasferta di Eredivisie di sabato 11 settembre, contro il PEC Zwolle. Non è un caso, per esempio, che i club inglesi in Champions o Europa League non indossino mai i numeri di maglia con il font ufficiale della Premier League, ma ne utilizzino uno anonimo – oppure quello dello sponsor tecnico – perché il leoncino (logo del campionato) non è ammesso.

Non è nemmeno la prima volta, però, che la Uefa applica i suoi regolamenti così pedissequamente da finire per essere grottesca, come nella vicenda dei colori arcobaleno (durante Euro 2020) per le fasce da capitano e per l’illuminazione esterna dell’Allianz Arena di Monaco. Divieto in occasione di Germania-Ungheria (il Governo ungherese è dichiaratamente contro l’uguaglianza di genere, quindi non bisogna disturbare), poi ritirato, poi ritrattato, e infine superato da un comunicato ufficiale a sottolineare che il massimo organismo del calcio europeo continua a promuovere l’uguaglianza e il rispetto e a portare avanti iniziative, con tanto di logo Uefa colorato in arcobaleno sui social.

Intanto, la nuova maglia dell’Ajax ha già venduto quattro volte tanto qualunque altra maglia del club in passato, stando a quanto ha dichiarato il direttore marketing della società.

E il messaggio di positività e fratellanza trasmesso dalla canzone di Bob Marley verrà comunque portato in giro da tantissime persone nel mondo, e pazienza se non vedremo i tre uccellini in una manciata di partite di Champions. Con buona pace della Uefa che ancora una volta si è incartata sull’inutile rigidità schematica dei suoi regolamenti.

Tre piccoli uccellini
hanno bussato alla mia porta
cantando dolci canzoni,
melodie pure e sincere,
dicendo "Questo è il mio messaggio per te, whoo-oo"
non preoccuparti di nulla,
ogni piccola cosa andrà a posto

» puoi ascoltare Three Little Birds da Spotify, qui

» Three Little Birds è contenuta nell’album Exodus (1977) di Bob Marley con la band Wailers

(puoi acquistare il disco in vinile qui, oppure in CD qui)

I colori della cultura Rasta hanno ognuno un preciso significato e derivano da quelli della bandiera dell’Etiopia. Il giallo rappresenta la ricchezza dell’oro dell’Africa, il rosso è il sangue sparso in decenni di conflitti interni, il verde rappresenta la terra da cui nasce il nutrimento dei popoli, e il nero è il colore della pelle dei suoi abitanti.

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Fondatore e curatore dei contenuti di Archistadia, scrive di architettura sportiva ed è un fotografo. Laureato in Architettura e Restauro, da oltre dieci anni si occupa di divulgazione sui temi tecnici ed estetici collegati a stadi e impianti sportivi. Collabora con le riviste l'Ultimo Uomo e il Giornale dell'Architettura. Cresciuto con la musica Britpop, il calcio inglese e la cultura anni Novanta.