milan natale christmas stars 1992 head

Le Stelle di Natale del Milan anni ’90

Storia della breve tradizione di partite natalizie (per beneficenza) organizzate dal Milan all’inizio degli anni Novanta.

All’indomani dei Mondiali di Italia 90, mentre il Boxing Day era una tradizione solo inglese (e immaginata ancora da lontano, in attesa del boom televisivo della Premier League), il Milan ebbe un’idea che a ripensarci oggi fu d’avanguardia assoluta, e anticipò di molto il tentativo di unire sport e Festività rendendolo uno spettacolo allettante per il pubblico.

Già dagli anni ’80, il Milan aveva preso l’abitudine di giocare amichevoli di basso profilo contro club italiani minori, durante il periodo di sosta invernale del campionato di Serie A. Forse intuendo le possibili potenzialità sportive (o commerciali, o entrambe le cose) il club rossonero fece un primo tentativo con il famoso Trofeo Di Capodanno Amaro Lucano, giocato allo Stadio Barbera di Palermo il 31 dicembre 1991: si trattava di un girone all’italiana con partite di 45 minuti, che coinvolgeva tre squadre, Milan, CSKA Mosca e Juventus (qui si possono vedere gli highlights della partita fra Milan e CSKA). Un gironcino a tre squadre che oggi è diventato realtà addirittura per i Mondiali di calcio, ma questa è un’altra storia.

Davanti a 28mila spettatori, i rossoneri vinsero entrambe le partite e il trofeo, gettando le basi per un’idea che si sarebbe poi evoluta negli anni successivi. Nel 1992, infatti, l’occasione diventò più celebrativa e “unica”, e ancor più calzante come evento natalizio. Il Milan organizzò una partita amichevole con scopo benefico, per raccogliere fondi e acquistare generi alimentari da inviare in Somalia, all’epoca dilaniata da una Guerra Civile sanguinosa.

Il 30 dicembre 1992, a San Siro, i rossoneri schierarono una formazione tutta italiana (allenata da Fabio Capello) contro una selezione di Christmas Stars (Stelle di Natale): tutti calciatori stranieri, la maggior parte già militante in altri club di Serie A. I prezzi popolari (biglietto a 1.000 lire per donne e bambini) portò a un successo di pubblico enorme, con oltre 40mila spettatori e un incasso record (quasi 300 milioni di lire) che andò tutto in beneficenza a favore delle popolazioni somale. In campo c’erano stranieri del campionato italiano, come Taffarel, Branco, Careca, Hagi, Sammer, insieme ad altri chiamati dal resto dell’Europa, come Blanc, Ginola, Suker (oltre agli stranieri del Milan, Papin, Rijkaard, Gullit, Savicevic, Van Basten, per una volta avversari dei loro compagni di squadra italiani).

L’evento fu un tale successo che l’anno dopo venne ripetuto: il 29 dicembre 1993, il Milan al completo (italiani e stranieri) giocò contro un’altra selezione di Stelle del calcio estero (allenata da Francisco Maturana, che aveva appena portato la Colombia alla qualificazione ai Mondiali USA 94) fra cui figuravano anche il portiere messicano di culto, Jorge Campos, e il giapponese Kazuyoshi Miura (che peraltro continua a giocare ancora oggi, a 54 anni). I rossoneri si imposero 5-3 e i dati di affluenza e incassi furono ripetuti rispetto all’anno prima, questa volta con i soldi devoluti a Telethon.

L’epilogo di un bell’esperimento

Al terzo anno l’organizzazione della partita passò alla società Sport Events che decise di raddoppiare la proposta. Le Christmas Stars avrebbero dovuto giocare una partita il 28 dicembre 1994 all’Olimpico di Roma, contro l’AS Roma, e una il 30 dicembre a San Siro, contro il Milan.

All’Olimpico si provò a catturare l’attenzione del pubblico con la presenza di Falcao, mentre a San Siro fu coinvolto Niels Liedholm in mezzo a un evento sponsorizzato anche da Opel, main sponsor del Milan dell’epoca. In campo, fra le Stelle straniere si videro reduci dai Mondiali americani, come gli statunitensi Balboa e Ramos, l’olandese Witschge, e il neo Pallone d’Oro, il bulgaro Hristo Stoičkov. L’accoglienza però fu relativamente tiepida sia a Roma che a Milano, con gli incassi devoluti alla città di Alessandria (colpita all’epoca dalla tremenda alluvione) e all’Unicef.

milan natale christmas stars 1992
Foto e articolodi giornale dopo l’edizione 1992 dell’amichevole fra Milan e Christmas Stars (img via Magliarossonera)
milan natale christmas stars 1993
Foto e articolo sulla rivista “Forza Milan” dopo l’edizione 1993 dell’amichevole fra Milan e Christmas Stars (img via Magliarossonera)

L’esperimento era destinato alla conclusione. Dalla stagione successiva, 1995/96, la Serie A accorciò la sosta di Natale a sole due settimane o poco più, rendendo impossibile l’organizzazione di un evento di questo tipo in mezzo alle brevi vacanze dei calciatori. Il tentativo di creare uno show calcistico natalizio coinvolgendo il pubblico, e facendo leva sull’entusiasmo delle Feste, non era bastato e rimase una delle tante parentesi dell’incredibile e controverso decennio degli anni ’90 del calcio italiano.

Leggi anche: Quando si giocava il campionato inglese a Natale


I tabellini delle amichevoli Christmas Stars

I edizione – Stadio San Siro, Milano, 30 dicembre 1992

MILAN – CHRISTMAS STARS 4-2

7′ Papin (CS), 50′ Evani, 61′ e 85′ Massaro, 79′ Berti (CS), 90′ Serena

Milan: S. Rossi (74′ C. Cudicini), Tassotti, Gambaro, De Napoli, Nava, Baresi II, Lentini I (64′ Serena), Donadoni, Simone (46′ Albertini), Evani, Massaro. All.: Capello

Christmas Stars: Taffarel (46′ Casanova), Sivebaek (80′ Dubovski), Blanc (80′ Panadic), Boban (46′ Ginola, 74′ Rosenthal), Glonek (46′ Germain), Sabau (46′ Sforza, 74′ Berti), Savicevic (46′ Hagi), Rijkaard (46′ Sammer), Papin (57′ Elber, 74′ Oliveira), Gullit (46′ Detari), Careca (46′ Suker, 74′ Raducioiu)

Arbitro: Trentalange


II edizione – Stadio San Siro, Milano, 29 dicembre 1993

MILAN – CHRISTMAS STARS 5-3

15′ e 34′ Savicevic, 17′ Sanchez, 27′ Carbone, 41′ Papin, 68′ Oliveira, 70′ Al. Orlando, 82′ rig. Daoudi

Milan: S. Rossi (46′ Ielpo), Tassotti (73′ Sadotti), Al. Orlando, De Napoli, Nava, F. Galli, Lentini I, Desailly (46′ Panucci, 56′ Costacurta), Papin (46′ Massaro), Savicevic (66′ D’Aversa), Carbone. All.: Capello

Christmas Stars: Campos (46′ Wilfred), Martinsen (46′ Rimba), Chamot (46′ Sabau), Gullit (35′ Sforza, 61′ Kalusha Bwalya), Sensini (46′ Lasas), Onopko (35′ Shin Hong Gi, 61′ El Khalej Tahar), Laudrup (61′ Daoudi), Dumitrescu (46′ Makanaki, 82′ Rapaijc), Sanchez (46′ Machals, 82′ Vlaovic), Rincon (46′ Brolin), Miura (50′ Oliveira, 78′ Stanic). All.: Maturana

Arbitro: Treossi


III edizione, Stadio Olimpico, Roma, 28 dicembre 1994

ROMA – CHRISTMAS STARS 2-1

32’pt Moriero, 35’pt Statuto, 44’st Vlaovic (CS)

Roma: Cervone, Annoni (1’st Colonnese), Benedetti, Statuto (1’st Piacentini), Petruzzi, Carboni (23’st Borsa), Moriero (1’st Maini), Thern, Cappioli, Giannini, Totti. All.: Mazzone.

Christmas Stars: Ladic, Zeman, Balboa, Jovanovski, Štimac, Cruz, Oliveira, Ramos, Papin, Hong Myung Bo, Miura. ST: Eriksson, Zeman, Balboa, Berger, Li Bing, Cruz, Kenneth Andersson, Dely Valdés, Harazi, Machlas, Vlaovic. All.: Falcão.

Arbitro: Beschin


III edizione – Stadio San Siro, Milano, 30 dicembre 1994

MILAN – CHRISTMAS STARS 2-3

40′ Boban, 69′ Ramos (CS), 72′ Machlas (CS), 83′ Di Canio, 92′ aut. Sordo (CS)

Milan: S. Rossi (46′ Ielpo), Panucci (70′ Coco), P. Maldini (53′ Tassotti), Boban (46′ Albertini), Costacurta (46′ Nava), Baresi II (32′ F. Galli), Lentini, Stroppa (46′ Eranio), Melli (46′ Sordo), Al. Orlando, Di Canio. All.: Capello

Christmas Stars: Tacconi (46′ Ladic), Arteaga (63′ Machlas), Kinder, Stimac (46′ Hong Myung Bo), Kalitzakis, Balboa (46′ Zeman), Lardin (46′ Ramos), Stoichkov (66′ Lupu), Helder (46′ Li Bing), Asanovic, Witschge (46′ Berger). All.: Liedholm

Arbitro: Beschin

© Riproduzione Riservata
Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero interessarti
Total
1
Share