fa cup trofeo dimensioni com'è fatto jamie vardy leicester

Com’è fatto il trofeo della FA Cup?

Storia, dimensioni e design della Coppa d’Inghilterra.

La Coppa d’Inghilterra, nota come FA Cup (abbreviazione del nome ufficiale The Football Association Challenge Cup), è il torneo calcistico per club più antico al mondo. La prima edizione risale al 1871, otto anni dopo la costituzione della Football Association inglese e con l’intento di istituire una competizione che coinvolgesse tutti club affiliati alla federazione, al di là dei singoli campionati e divisioni locali.

Ancora oggi, l’FA Cup è presa a esempio come la coppa nazionale più democratica e accessibile d’Europa. Vi prendono parte tutte le squadre che compongono i primi 10 livelli della piramide del calcio inglese, ossia quelli professionistici (primi 4 livelli, dalla Premier League alla League Two) e quelli semi-professionistici (dalla National League in giù).

trofeo fa cup originale museo manchester
Un dettaglio dei nomi dei vincitori incisi sul trofeo originale della FA Cup, utilizzato fra il 1871 e il 1910 (Photo by GLYN KIRK/AFP via Getty Images / OneFootball)

Per tutto il Novecento, vincere l’FA Cup è stato l’obiettivo più importante per un club inglese, per certi aspetti anche più della vittoria del campionato di prima divisione. Con l’avvento della Premier League, poi, e l’effetto bulimico delle coppe europee, questa alta considerazione si è leggermente annacquata anche se, grazie alla storia ultracentenaria e all’appuntamento della finale a Wembley, la Coppa d’Inghilterra rimane un punto d’arrivo prestigioso per giocatori e allenatori.

Ma com’è fatto il trofeo, nella pratica? Di che materiale è fatto, ed è sempre stato uguale in 150 anni?

Com’è fatto il trofeo della FA Cup

Bisogna andare con ordine e partire dal fatto che, nella storia, ci sono stati 2 design diversi della coppa. Inoltre esistono anche più versioni e copie, ma ci arriveremo fra poco.

Il primo disegno della Coppa d’Inghilterra, quello originale, risale ovviamente al 1871. Era stato realizzato dall’azienda Martin, Hall & Co per un costo di 20 sterline (oggi sarebbero 2.500 sterline circa) utilizzando poco più di 1 kg di argento, ed era alto 45 centimetri. Ne esisteva un’unica copia che venne rubata nel 1895 da un negozio di scarpe di Birmingham, dov’era conservata per essere vista dai tifosi in vetrina dopo la vittoria da parte dell’Aston Villa. All’epoca erano i club che dovevano garantire la custodia del trofeo fino all’anno successivo: la coppa non fu mai ritrovata e la FA multò il club per 25 sterline.

fa cup manchester city trofeo
La replica del trofeo originale della FA Cup, utilizzata fra il 1896 e il 1910 e acquistato dal Manchester City, in mostra sul campo dell’Etihad Stadium (photo by Manchester City FC)

Nel 1895 fu quindi realizzata una copia identica all’originale e utilizzata nelle finali successive fino al 1910. Il primo design donava al trofeo l’aspetto di una vera e propria brocca con due ampi manici laterali, ricche decorazioni dal gusto barocco e una piccola figura maschile, in cima, vestita con abiti signorili e con un pallone ai piedi.

Dal 1911 a oggi

La replica del disegno originale venne utilizzata fino all’edizione del 1910, vinta dal Newcastle in finale contro il Barnsley. Dal 1911 in poi subentrò il nuovo trofeo, che è quello che è arrivato fino a noi: fu disegnata e realizzata dalla gioielleria Fattorini & Sons, di Bradford, utilizzando quasi 3 kg di argento, per una coppa alta 61,5 cm.

Il restyling, dovuto anche a questioni di presunto copyright mai depositato dalla Federazione, aveva prodotto un design più slanciato e morbido, con manici più piccoli e un corpo principale con un curvatura concava che, dalla base, portava dolcemente verso il coperchio. La base del trofeo, invece, continuava a essere quella originale in legno del trofeo del 1871 (i ladri non l’avevano rubata!).

Il trofeo così ridisegnato è ancora quello in uso oggi, ma la coppa materialmente consegnata ai giocatori non è (ovviamente) più quella del 1911. Quel trofeo è stato utilizzato fino al 1992, quando la Football Association ha ritenuto più prudente farne realizzare una copia identica per preservare quella originale. È curioso notare che, se la copia originale era stata usata per 81 anni, la copia “moderna” è poi durata soltanto 22 edizioni: nel 2014 ci si è resi conto che il trofeo aveva subìto colpi e graffi tali da imporre già una sostituzione.

fa cup trofeo com'è fatto
Il trofeo della FA Cup in mostra sul campo del Tarmac Silverlands Stadium, prima del secondo turno della competizione fra Buxton e Morecambe, dicembre 2021 (Photo by Alex Livesey/Getty Images via OneFootball)

In effetti, in epoca contemporanea, il trofeo della FA Cup non passa molto tempo nella bacheca dei trofei come faceva in passato. Anzi, viene spesso portato in tour presso scuole e città del Paese, ed è molto più soggetto a danneggiamenti improvvisi. Ecco perché la terza copia (2014, realizzata dal gioielliere Thomas Lyte, che ha lavorato anche per la Corona inglese) ha mantenuto le stesse dimensioni delle versioni precedenti (1911 e 1992) ma è stata realizzata più pesante (6,3 kg) e in modo da essere più resistente agli urti: è stata realizzata in argento Sterling 925 e lavorata e incisa a mano.

Lo sapevate? Trovate una versione “replica” della FA Cup in mostra al Museo del Football di Manchester, e una allo stadio di Wembley. Entrambe sono a disposizione per le foto dei visitatori.

Ok, quindi, l’attuale trofeo della FA Cup è la terza copia esistente (1911, 1992, 2014) di quello che è il secondo design della sua storia (1871, 1911). Tre coppe “moderne” più la prima, quella rubata, fanno 4. Ne manca una, la replica del primo trofeo, quella realizzata nel 1895 dopo il furto dell’originale: dov’è finita?

Se le vicende della prima, storica FA Cup, rubata dal negozio di Birmingham e poi forse fusa o forse non si sa (ammesso che crediate al racconto di Harry Burge, che negli anni ’50 rivelò di aver rubato la coppa insieme alla sua gang dell’epoca(1)) la replica del 1895 esiste ed è tornata al National Football Museum di Manchester grazie alla donazione dello sceicco Mansour, proprietario del Manchester City, che l’aveva acquistata nel 2020 a un’asta per salvarla dall’oblio e dai collezionisti privati.

Vi avevamo raccontato la vicenda in questo articolo

fa cup trofeo tifosi kidderminster harriers
Un tifoso del piccolo club Kidderminster Harriers sventola una versione di cartoncino della FA Cup, durante un turno della competizione, stagione 2021/2022 (Photo by Clive Mason/Getty Images via OneFootball)
fa cup trofeo storia evoluzione
Evoluzione del trofeo della FA Cup, la Coppa d’Inghilterra, dal 1871 a oggi (visual by Archistadia – tutti i diritti riservati)
fa cup trofeo
Il disegno originale del trofeo della FA Cup, nella seconda versione datata 1911 (img courtesy of Fattorini & Sons)

La stagione 2021/22 segna il 150esimo anniversario dalla prima edizione della FA Cup, e vi hanno partecipato 729 club in totale, di cui i 124 professionistici sono già ammessi al tabellone principale.

Volete acquistare una versione mini della FA Cup? La trovate (alta 7 cm) sullo shop online del National Football Museum, qui

(1) potete approfondire la ricostruzione del furto del trofeo nel 1895, e le dichiarazioni di Harry Burge, in questo articolo su FourFourTwo (in lingua inglese)

Cover image: Jamie Vardy stringe il trofeo della FA Cup vinto dal Leicester City al termine della stagione 2020/2021 (Photo by Matt Childs – Pool/Getty Images via OneFootball)

© Riproduzione Riservata

Total
13
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero interessarti
Total
13
Share