a
Rivista online di architettura sportiva
 

Wolfsburg, il primo stadio con riflettori LED in Bundesliga

Da gennaio 2017 la Volkswagen Arena di Wolfsburg installa riflettori forniti dall’azienda Philips.

La tecnologia sta migliorando l’esperienza del tifoso e la realtà del calcio in modo sensibile, sia per chi segue le partite allo stadio che in tv. È quello che succede alla Volkswagen Arena, stadio del Vfl Wolfsburg, dove è stato installato il nuovo sistema di riflettori e illuminazione completamente basato sulla tecnologia LED, e diventato operativo a partire da gennaio in collaborazione con Philips.

Il modello scelto è l’ArenaVision LED, tecnologia prodotta dall’azienda olandese appositamente per stadi e impianti indoor e all’aperto. Questo sistema di illuminazione può operare in sincronia con il maxischermo dello stadio o i cartelloni pubblicitari a bordocampo, creando effetti di luce innovativi o illuminando solo alcune zone del terreno di gioco e dell’impianto a scelta (eliminando, inoltre, i lunghi tempi di accensione dei vecchi riflettori a lampade).

Non è la prima volta che Philips e uno stadio tedesco sono accomunati dalla parola “innovazione” per ciò che riguarda l’illuminazione nel calcio. L’azienda, fondata a Eindhoven, opera da 80 anni nel panorama sportivo e nel 1967 mise in funzione il suo primo impianto proprio in Germania, al Bökelberg Stadium di Mönchengladbach (un sistema che già all’epoca era stato pensato anche per ottimizzare le riprese televisive). Proprio il rapporto con le televisioni, ormai fondamentale nel calcio contemporaneo, è stato tenuto in forte considerazione nello studio di questo nuovo sistema LED. I riflettori che sfruttano questa tecnologia, infatti, producono un tipo di illuminazione che favorisce le immagini prodotte dalle tecnologie televisive dell’ultra slow-motion e del super-HD. I riflettori ArenaVision LED possono operare in condizioni atmosferiche estreme, da un minimo di -40°C a un massimo di 45°C e, ovviamente, garantiscono un notevole risparmio energetico. Ogni singolo punto luce, inoltre, è definito “mobile”, in quanto può ruotare e creare ulteriori giochi di luce a seconda delle necessità.

Philips, con i propri impianti di illuminazione tradizionale, è già presente su larga scala nel calcio: copre circa il 70% degli stadi di Premier League e, più in generale, il 65% degli stadi e dei maggiori eventi sportivi mondiali. Ora il passo successivo con la grande innovazione della tecnologia LED su larga scala per la quale è la Bundesliga il campionato che fa da apripista. Nonostante resti immutato il fascino dei vecchi tralicci con i fari ai quattro angoli del campo, questa novità è fondamentale anche e soprattutto dal punto di vista del risparmio energetico e si inserisce in quella che deve essere una progettazione sostenibile dell’intero edificio-stadio, in linea con le tecnologie già esistenti di recupero idrico e pannelli solari.

Credits:
  • tutte le foto | Philips Lighting

© Riproduzione Riservata
Post Tags
Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT