olembe stadio camerun calca tragedia coppa d'africa

Ci sarebbero almeno 8 morti provocati dalla calca dello stadio di Olembe, in Coppa d’Africa

La tragedia è avvenuta all’ingresso dello stadio in occasione dell’ottavo di finale fra Camerun e Isole Comore.

Almeno otto persone sono morte nella serata di lunedì 24 gennaio, nella calca formatasi agli ingressi del Paul Biya Stadium di Olembe, a Yaounde, in occasione dell’ottavo di finale di Coppa d’Africa fra i padroni di casa del Camerun e le Isole Comore. I feriti per il momento sono almeno 40.

Già nelle ore precedenti la partita, le testimonianze dirette dai presenti parlavano di scene caotiche fuori dall’impianto, con centinaia di tifosi e di giovani del luogo che cercavano di entrare anche senza avere il biglietto.

olembe stadio calca tragedia coppa d'africa
La coda di persone in attesa di entrare allo stadio di Olembe, già molte ore prima della sfida fra Camerun e Isole Comore (photo by Alia Alex Čizmić)

La situazione è poi sfuggita di mano al team di sicurezza e sono saltati tutti i controlli, compresi quelli di verifica anti-Covid. Molte persone sono riuscite a entrare allo stadio ma, a ridosso del fischio d’inizio della gara, si è creata un’impressionante calca di tifosi schiacciati contro i cancelli dello stadio, fra chi rimaneva preso in mezzo e chi provava a scappare.

Alcuni feriti sono stati curati direttamente negli spogliatoi dello stadio, e almeno 40 persone sono state trasportate all’ospedale di Yaounde.

Lo stadio Paul Biya è stato appena inaugurato e ha una capienza di 60mila posti (ne abbiamo parlato nella nostra Guida agli stadi della Coppa d’Africa, qui) ma in occasione delle partite del torneo è aperto all’80% (50mila posti) per le disposizioni anti-Covid. Secondo alcuni ufficiali di polizia, almeno altrettante persone hanno cercato di entrare nell’impianto, scatenando l’evolversi della tragedia.

© Riproduzione Riservata

Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero interessarti
Total
1
Share