C’è un robot automatico per pulire lo stadio del Tottenham

Il primo al mondo utilizzato in uno stadio di calcio.

Il nuovo stadio del Tottenham ha messo a segno un altro primato, con la recente introduzione di Eco Bot 75, il primo macchinario-robot per la pulizia automatica degli spazi interni dell’impianto.

Realizzato da ICE Co-Botics, l’Eco Bot 75 servirà per pulire e disinfettare ampie aree dello stadio, permettendo la ricollocazione dei dipendenti su altre mansioni giornaliere più importanti all’interno dell’edificio. Inoltre, l’uso del robot garantisce una pulizia e una sanificazione più profonda e precisa, dettaglio ancor più rilevante in questo periodo post-pandemico.

tottenham stadio panoramica interna
Panoramica interna del nuovo stadio del Tottenham (photo by Mike Egerton / Imago)

Nello stadio del Tottenham si farà uso di un’intera flotta di Eco Bot 75 che sono, di fatto, degli enormi robot pulitori a guida automatica con le fattezze e le dimensioni di un piccolo mobiletto. Questi robot sono ecologici e progettati per funzionare ininterrottamente per 6 ore con una singola carica. L’aspetto rivoluzionario è il sistema di filtraggio a quattro fasi, che permette che il 70% dell’acqua utilizzata venga filtrata e riciclata senza compromettere lo standard di pulizia. In questi primi mesi di utilizzo, il Tottenham ha già risparmiato oltre 1.300 litri di acqua rispetto alle tradizionali operazioni di pulizia manuale.

Il Tottenham Hotspur è stato recentemente individuato come il club più ecosostenibile della Premier League, a seguito di uno studio condotto dalla Sport Positive Summit e da BBC Sport, mentre nel corso del 2020, durante la pandemia, anche il Mercedes-Benz Stadium di Atlanta aveva introdotto un sistema di sanificazione automatico puntando però sull’utilizzo dei droni (su Archistadia ne avevamo parlato qui).

tottenham stadio eco robot
Un Eco Bot 75, robot per pulizia automatica.
tottenham stadio eco robot
(photo by Tottenham Hotspur FC)

Inaugurato il 3 aprile 2019, il Tottenham Stadium ha sostituito lo storico White Hart Lane (1899-2017), venendo costruito quasi sullo stesso posto del vecchio impianto. Progettato da Populous, ha una capienza di 62mila posti ed è stato recentemente premiato fra i migliori nuovi edifici britannici dal Royal Institute of British Architects.

© Riproduzione Riservata

Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.