I Giochi di Tokyo 2020 saranno chiusi al pubblico straniero

Una decisione forzata dal perdurare della crisi pandemica.

Il Comitato Organizzatore dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020, ha deciso ufficialmente che il pubblico straniero non potrà accedere alle gare. Una scelta forzata dal perdurare della situazione pandemica globale e dalla diffusione di varianti del virus che vanno ancor di più tenute sotto controllo.

La decisione, pubblicata in un comunicato ufficiale e approvata anche dal CIO (il Comitato Olimpico Internazionale), punta a preservare il più possibile la sicurezza sanitaria degli atleti e lo svolgimento dei Giochi stessi, che già sono stati posticipati di un anno proprio a causa della diffusione del Coronavirus nel corso della prima metà del 2020. I Giochi di Tokyo 2020 saranno quindi aperti soltanto al pubblico locale, mentre atleti, staff e media accreditati dovranno seguire rigide linee guida contenute in un manuale realizzato dal Comitato Organizzatore.

I Giochi di Tokyo 2020 erano inizialmente previsti dal 24 luglio al 9 agosto 2020, ma si svolgeranno quest’estate, dal 23 luglio all’8 agosto 2021.

Qui di seguito il testo del comunicato ufficiale del Comitato Organizzatore di Tokyo 2020:

Oggi, il Comitato Olimpico Internazionale (CIO), il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC), il Governo Metropolitano di Tokyo (TMG), il Comitato Organizzatore Tokyo 2020 e il Governo del Giappone si sono riunite virtualmente. Durante l’incontro, il CIO e l’IPC sono stati informati, come indicato di seguito, della decisione di non consentire l’ingresso in Giappone agli spettatori stranieri per i Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020 a causa della continuata situazione di pandemia mondiale di COVID-19. I biglietti già acquistati da residenti all’estero saranno rimborsati dal Comitato Organizzatore di Tokyo 2020.

Dalla scelta di Tokyo come sede dei Giochi Olimpici e Paralimpici, nel 2013, tutte le parti coinvolte si sono preparate per i Giochi 2020 con l’obiettivo di accogliere appassionati nazionali e stranieri, celebrare gli atleti e incarnare i valori più lati dei Giochi Olimpici e Paralimpici.

Tuttavia, a seguito del primo rinvio dei Giochi a causa della pandemia COVID-19, il Japanese Coordination Meeting for COVID-19 Countermeasures at the Olympic and Paralympic Games Tokyo 2020 aveva pubblicato un report provvisorio nel dicembre 2020, che includeva la seguente specifica sugli spettatori stranieri: “La decisione se accettare spettatori stranieri o meno sarà presa entro la primavera del 2021, tenendo in considerazione la situazione del COVID-19 in Giappone e all’estero, le normative sull’immigrazione in vigore al momento e qualsiasi restrizione prevalente sulla partecipazione del pubblico a eventi sportivi”. Il 3 marzo 2021, le parti hanno convenuto che una decisione finale sarebbe stata annunciata entro la fine del mese

tokyo 2020 vista aerea
Una vista aerea della città di Tokyo e del Tokyo Stadium (photo by Shugo Takemi / Tokyo 2020)

Attualmente, la situazione del COVID-19 in Giappone e in molti altri paesi in tutto il mondo è ancora molto probante e sono emerse numerose varianti del virus, mentre i viaggi internazionali rimangono fortemente limitati a livello globale. Sulla base dell’attuale situazione pandemica, è altamente improbabile che l’ingresso in Giappone sarà garantito quest’estate per le persone provenienti dall’estero. Al fine di dare chiarezza ai titolari di biglietti che vivono all’estero, e per consentire loro di adattare i loro piani di viaggio fin d’ora, si è giunti alla conclusione che il pubblico internazionale non potrà entrare in Giappone in occasione dei Giochi. Questa decisione contribuirà ulteriormente a garantire Giochi sicuri e protetti a livello sanitario per tutti i partecipanti, e per il pubblico giapponese.

In linea con il principio di sicurezza rivolto per prima cosa agli atleti partecipanti, e per rispetto dei soggetti organizzatori locali, il CIO e l’IPC hanno annunciato nella riunione odierna che rispettano e accettano pienamente questa conclusione.

I partecipanti accreditati ai Giochi che arriveranno in Giappone quest’estate, continueranno a essere tenuti a seguire le norme contenute nel Playbook di Tokyo 2020. Una versione aggiornata verrà rilasciata entro la fine di aprile.

Continueremo a fare del nostro meglio per offrire Giochi sicuri e protetti, nella speranza che i Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020 saranno una luce di speranza per le persone di tutto il mondo.

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.

error: