Tifosi allo stadio, arriva il Libretto online degli Steward

Uno strumento online di controllo e gestione di tutti gli steward italiani.

Mentre ci si organizza per una ripartenza post-emergenza Covid con protocolli e tecnologie varie, e nell’ottica prioritaria del ritorno dei tifosi allo stadio, l’A.N.DE.S, Associazione Nazionale Delegati alla Sicurezza, che raccoglie gli oltre 30mila steward e Delegati alla Gestione Evento (Dge) di tutta Italia, ha presentato il nuovo sistema che permetterà di gestire il personale di sicurezza in modo più efficace, in vista di un evento sportivo.

Si tratta del “Libretto dello steward”, un mezzo online che punta punta ad accorciare le distanze fra i Delegati alla Gestione Evento (Dge) di tutti i club di calcio professionistico in Italia, e gli stessi steward. L’Andes ha presentato il Libretto il 10 agosto scorso durante il primo dei suoi tre incontri congressuali, quest’anno organizzati online per via dei problemi legati al Coronavirus.

juventus-stadium-steward
(Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

La novità è già attiva, e arriva in un momento di transizione per l’organizzazione del calcio italiano, dalla Serie A in giù, che prova a superare la fase delle partite a porte chiuse. «Anche in vista della annunciata riapertura degli stadi ai tifosi, il Libretto dello Steward rappresenta uno strumento moderno che, da un lato, permetterà ai Dge di avere a disposizione sul proprio smartphone una platea di steward da poter convocare per un evento e, dall’altro, permetterà agli steward stessi di poter offrire la propria disponibilità con un semplice click. Così si ottimizza l’organizzazione di un evento e ne guadagna tutta la filiera, in termini di tempi e costi», ha dichiarato Ferruccio Taroni, presidente Andes.

Come funziona il Libretto dello Steward?

Sul sito web dedicato, viene messa a disposizione una piattaforma online a cui potranno iscriversi sia i Delegati alla Gestione Evento, sia steward e in generale tutti i protagonisti della filiera delloa sicurezza. Nel form da compilare, il Dge avrà la possibilità di convocare tramite email tutti gli steward del proprio gruppo, i quali potranno, sempre tramite la piattaforma online, rispondere alla convocazione a seconda della propria disponibilità.

Allo stesso tempo, gli steward sapranno quando sono in programma gli eventi utili per poter lavorare. Il tutto funziona tramite email e/o piattaforme di messaggistica istantanea. In più il Dge, al termine dell’evento, potrà aggiornare il curriculum online del suo steward, aumentando anche in questo caso il livello di qualità nella gestione degli operatori in vista di eventi futuri.

Futuro incerto

Sullo sfondo, però, rimangono anche molte incertezze, acuite dalla pandemia che ha creato diverse falle nel sistema organizzativo degli steward. In particolare, in vista dell’inizio della nuova stagione 2020/2021, molti club rischiano di non poter nominare un proprio Delegato alla Gestione Evento, perché l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive non ha ancora sciolto i dubbi legati ai corsi di formazione, che erano stati interrotti durante il lockdown.

Oltre al già dibattuto tema della formazione specifica, da più parti pretesa di un livello più alto, servirà ancora una volta uno sforzo organizzativo che tenga davvero in considerazione le necessità di tutte le figure che ruotano attorno alle partite di calcio e agli eventi sportivi e che, a conti fatti, garantiscono il loro buon svolgimento.

Cover image: Photo by Catherine Ivill/Getty Images

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.

No comments

LEAVE A COMMENT