a
Rivista online di architettura sportiva
 

Steward: il punto sull’assunzione degli stranieri

Le conseguenze del Decreto Salvini in materia di steward stranieri.

Il percorso per diventare steward non è scontato, anche se spesso visto come un impiego lavorativo comodo e dai guadagni immediati. Il livello di responsabilità e attenzione alla gestione del pubblico non è da sottovalutare, e la formazione del personale riveste un ruolo fondamentale. Non è raro che le società sportive si affidano a personale straniero ma, in questo caso, l’iter di assunzione sta diventando più complicato.

È quanto sottolineato dall’A.N.De.S., l’Associazione Nazionale Delegati alla Sicurezza che gestisce oltre 30mila steward sparsi negli stadi di tutta Italia. Il presidente, Ferruccio Taroni, ha posto l’accento sul recente Decreto Salvini, firmato il 13 agosto 2019 e rivolto ai lavoratori stranieri, e che coinvolge di riflesso anche il mondo degli steward¹.

Le società rischiano di ritrovarsi senza i numeri minimi per la copertura degli eventi sportivi – Ferruccio Taroni, presidente A.N.De.S.

«Il nuovo decreto impone troppe restrizioni per i lavoratori stranieri, e questo sta mettendo in difficoltà tante società sportive italiane sul fronte dell’assunzione di nuovi steward», spiega Taroni. «Le nuove regole impongono la produzione di documenti, attestanti la buona condotta, prodotti dalle autorità del Paese di origine dei ragazzi. In molti casi però, come è noto, si incontrano notevoli difficoltà a contattare enti e autorità di Paesi che magari vivono situazioni difficili o poco chiare a livello istituzionale. Per assurdo, anche se i ragazzi hanno vissuto solo fino a quattro anni in un Paese straniero, per quei quattro anni devono produrre una documentazione che testimoni una loro buona condotta. E questo, anche se risiedono in Italia da molto tempo».

L’obbligo di produrre una documentazione “pregressa”, spesso impossibile da ottenere, blocca molte assunzioni di nuovi steward stranieri, e le società sportive si trovano a fare i conti con un personale sempre più limitato per coprire gli eventi sportivi, a fronte di una domanda che resta alta.

© Riproduzione Riservata
Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT