Lo Spezia torna a giocare allo Stadio Picco

È stata completata la prima fase di lavori con la ricostruzione della Curva Piscina.

Lo Spezia ritrova la Serie A in casa, allo Stadio Picco, grazie al completamento della prima fase di lavori che ha portato alla ricostruzione della Curva Piscina. Il club ligure, dopo due turni giocati in trasferta, torna nel suo stadio in occasione della terza giornata di campionato, contro l’Udinese, domenica 12 settembre.

Grazie a una programmazione dei lavori efficace, in sinergia fra i progettisti (lo studio GAU Arena dell’architetto Gino Zavanella), Clarin Italia Tribune S.R.L. e la squadra di lavoro coordinata dal responsabile delle infrastrutture, Riccardo Lazzini, i lavori di ricostruzione della curva sono stati completati in anticipo sui tempi previsti, all’interno di quello che è un progetto multifase su un periodo complessivo di tre anni.

spezia picco curva piscina
La nuova Curva Piscina allo Stadio Picco di La Spezia (photo by AC Spezia)

La nuova Curva Piscina potrà ospitare 3.176 persone divise in due settori (uno dei due dedicato agli ospiti). Il progetto della famiglia Platek, proprietaria dello Spezia, comporterà un investimento di circa 15 milioni di euro e avrà durata triennale: risolta la fase di ricostruzione della curva, al termine della stagione 2021/2022 partiranno le altre due fasi di intervento che si concentreranno sulla Tribuna centrale e poi sulle aree adiacenti dello stadio.

Per l’esordio casalingo contro l’Udinese, stanti le restrizioni anti-Covid, lo Stadio Picco aprirà al 50% della sua capienza.

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.