Il PSV ha trasformato una suite del Philips Stadion in sala meeting d’élite

Per rispondere alla sempre più crescente richiesta di spazi flessibili a ufficio.

Una suite di lusso all’interno del Philips Stadion di Eindhoven, è stata trasformata dal PSV in una sala meeting, a seguito di un importante intervento di trasformazione tecnologica, oltre che di arredi e spazi interni.

Il “Jan Heintze Kick Box”, che prende il nome dal leggendario calciatore che vinse la Coppa dei Campioni con il club olandese, e anche stella della nazionale della Danimarca (86 presenze), è uno dei luoghi di hospitality più lussuosi del Philips Stadion nei giorni di partita. Può ospitare fino a 34 persone, ed è completo di bar privato, cucina, buffet e vista perfetta sul campo.

psv eindhoven philips stadion
Panoramica esterna del Philips Stadion di Eindhoven (photo via holland.com)

Il club non voleva soltanto fornire una soluzione video d’élite, che ha risolto installando display e schermi LED prodotti proprio da Philips, ma anche utilizzare la sala per il resto della settimana al di fuori delle partite.

Una sala meeting di livello Premium per il PSV Eindhoven

Fornire un sistema di comunicazione video professionale di alto livello per riunioni ed eventi è stato fondamentale, poiché la domanda di uffici e spazi di lavoro flessibili e attrezzati continua a crescere. Secondo i dati raccolti dal PSV, la domanda di spazi di lavoro flessibili per ufficio è aumentata del 50% negli ultimi cinque anni, e gli stadi giocano un ruolo sempre più importante in questo scenario.

La sala è stata progettata (ed è gestita) da Panduit, fornitore leader globale di soluzioni innovative in rete, che ha installato 8 display Philips Smart HD: nel dettaglio, l’interverno all’interno della Jan Heintze Kick Box include 3 display Philips Q-Line da 32″, 4 display Philips P-Line da 49″ e, progettato come elemento centrale della stanza, un display Philips Q-Line da 50″.

Leggi anche: I nuovi settori a movimento idraulico della Johan Cruijff ArenA

psv sale meeting philips stadio
(photo by Philips)

Grazie alla collaborazione con l’azienda Atlona, gli schermi sono integrati wireless e supportano qualunque tipo di contenuto trasmesso anche in streaming da ogni dispositivo (Windows, Apple, Android o Linux) e istantaneamente, per una maggiore efficienza della presentazione. Utilizzando una piattaforma dedicata, i televisori possono essere facilmente gestiti e aggiornati dal personale, sia in sala che da remoto. È stato inoltre integrato un sistema audio all’avanguardia, che si avvale della tecnologia Li-Fi studiata dall’azienda Signify, per un’affidabilità ottimizzata e integrata con la parte video.

Leggi anche: Si può fare un breve tour virtuale di Wembley con Foster+Partners

Philips ha recentemente esteso per altri dieci anni la sua sponsorizzazione con il PSV Eindhoven (club fondato nel 1913 come Philips Sport Vereniging). La nuova scadenza della partnership è ora fissata al 2031, e la fa diventare la sponsorizzazione sportiva più longeva al mondo per qualsiasi squadra sportiva professionistica, per un totale di 118 anni.

© Riproduzione Riservata
Post Tags
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.