Come sarà la Tennis Academy di Boris Becker

48mila metri quadrati per un investimento di 22 milioni di euro.

Dopo aver vinto sei titoli del Grande Slam in carriera, e aver allenato Novak Djokovic portandolo a vincerne altrettanti fra il 2013 e il 2016, Boris Becker, uno dei più grandi campioni della storia moderna del tennis, ha ottenuto l’autorizzazione sul progetto della sua nuova Academy, da realizzare nel comune di Hocheim am Main, vicino a Mainz, in Germania, a meno di 20 km dall’aeroporto di Francoforte.

Il consiglio comunale locale ha dato il via libera alla realizzazione di quella che sarà denominata “Boris Becker International Tennis Academy”, approvando sia il progetto della parte sportiva, sia quello delle cubature edilizie di contorno al complesso, nelle quali è coinvolto l’investitore Khaled Ezzedine.

boris-becker-tennis-academy-progetto
(photo by Boris Becker International Tennis Academy)

La cerimonia della posa della prima pietra si è svolta il 18 giugno, alla presenza di Becker ed Ezzedine, e i lavori dovrebbero portare al completamento della struttura entro l’autunno 2021, per una spesa complessiva di 22 milioni di euro. L’ex campione tedesco di tennis non ha nascosto la sua soddisfazione, descrivendo il passaggio di approvazione e avvio cantiere come «quasi un miracolo, nonostante la pandemia e le incertezze sulla possibilità di portare avanti l’iter burocratico in tempi brevi».

La pianificazione del progetto e dei lavori è stata affidata a Khaled Ezzedine, imprenditore immobiliare di grande esperienza, figlio di immigrati libanesi, che opera da molti anni in Germania con all’attivo oltre 100 progetti edilizi con la sua società, Ezzedine Group. La Boris Becker Tennis Academy sarà la più grande del suo genere in Germania e occuperà un’area di circa 48mila metri quadrati, con l’aggiunta di un hotel per atleti e famiglie e un museo dedicato alla carriera di Becker. Saranno realizzati sia campi in terra battuta che campi in cemento, con il focus del complesso che ruoterà attorno a un campo centrale con gradinate ricavate incassando leggermente il campo nel terreno.

L’Academy potrà ospitare circa 270 adolescenti e ragazzi in età compresa fra i 12 e i 18 anni, garantendo una formazione tennistica insieme a un’educazione scolastica completa grazie alla partnership con German Abitur, un programma di studi liceali (preparatorio all’università) diffuso soprattutto in Germania, Lituania ed Estonia, comparato ai tradizionali diplomi delle International School, e ufficialmente riconosciuto in ogni paese del mondo a livello accademico.

boris-becker-tennis-academy-progetto
(photo by Boris Becker International Tennis Academy)
boris-becker
Boris Becker in azione a Wimbledon nel 1993 (Photo credit should read JEAN-LOUP GAUTREAU/AFP via Getty Images)

La prima fase di cantiere inizierà nel corso dell’estate 2020 e si concluderà già entro la fine dell’anno, quando l’Academy potrà aprire i battenti iniziando a ospitare i primi 50 giovani atleti sul campo. 20 milioni di euro saranno coperti dall’investimento di Ezzedine già nella Fase-1, mentre nella Fase-2 verrà costruito l’hotel e completata la hall principale, con l’obiettivo di costruire un secondo campo centrale.

L’ambizione di Boris Becker e Khaled Ezzedine è di riuscire, in futuro, a ospitare anche tornei del circuito professionistico ATP e WTA (verranno realizzati 5 appartamenti VIP per i giocatori professionisti), oltre a poter organizzare i tornei di tennis in carrozzina, sia a livello professionistico che amatoriale.

L’hotel, invece, sarà anche aperto al pubblico, offrendo la possibilità di soggiornare per un weekend e poter giocare a tennis, come un tradizionale resort. L’albergo sarà una struttura a 4-stelle con 65 stanze e un ristorante da 300 posti. Saranno 12 gli appartamenti esclusivamente dedicati ai ragazzi dell’Academy e alle loro famiglie, mentre il complesso sportivo si completerà con un centro benessere e un salone di bellezza.

Cover image: photo by Boris Becker International Tennis Academy

© Riproduzione Riservata
Post Tags
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva, fondata a gennaio 2015.

No comments

LEAVE A COMMENT