La proposta per la riapertura degli stadi in Premier League

Fa parte delle fasi di ripartenza previste dal Governo britannico dopo il lockdown iniziato a gennaio.

Il Primo Ministro britannico Boris Johnson ha annunciato una serie di misure e passi per la graduale riapertura del Paese, dopo il lockdown imposto da gennaio 2021. E in queste misure rientra anche la riapertura degli stadi di Premier League e la ripartenza dello sport in generale, anche di quello a livello amatoriale.

Dal 17 maggio 2021, il pubblico britannico potrà tornare ad assistere agli eventi sportivi dal vivo con un limite di 1.000 persone per gli sport indoor e un massimo di 4mila persone all’aperto, con l’eccezione di un massimo di 10mila persone per i grandi stadi (fra cui quelli della Premiership).

Leggi anche: Come sta andando la stagione NHL 2021 in formato ridotto

La data scelta cade esattamente prima dell’ultimo turno in calendario per la stagione di Premier League 2020/2021, in programma domenica 23 maggio, che sarà quindi aperto al pubblico anche se con numeri contingentati. La finale di FA Cup, invece, in programma a Wembley la settimana prima, sabato 15 maggio, sarà utilizzata come evento-test per accogliere i tifosi – nonostante la data non ricada nei limiti previsti dal decreto – e in questo schema potrebbe essere considerata anche la finale della Coppa di Lega, il 25 aprile, cosicché Wembley possa avere due gare aperte al pubblico anche come test in vista degli Europei (quando lo stadio nazionale inglese ospiterà ben sette partite, compresa la finale).

klopp liverpool premier league
Jurgen Klopp, allenatore del Liverpool, indossa la mascherina all’interno di Anfield, durante la partita a porte chiuse contro il Brighton, il 3 febbraio 2021 (Photo by PHIL NOBLE/POOL/AFP via Getty Images)

A differenza della Premier League, i campionati di Football League (dalla Championship in giù) sono invece esclusi dalla riapertura degli stadi visto che il calendario termina con l’ultima giornata in programma domenica 8 maggio.

Le decisioni proposte dal Governo britannico rientrano in un pacchetto di misure e di step graduali più ampio, fatto di quattro diverse fasi, volte a far ripartire le attività dopo oltre due mesi di lockdown (il terzo per il Regno Unito, iniziato il 4 gennaio). In questo senso, lo sport amatoriale di contatto (compreso il calcio giovanile) sarà nuovamente permesso dal 29 marzo, mentre le scuole riapriranno l’8 marzo, data in cui si inizieranno a permettere anche le attività di svago all’aperto in forma ridotta.

Cover image: Le indicazioni su dove è permesso sedersi, allo stadio Molineux di Wolverhampton durante una partita a porte chiuse della Premier League 2020/2021 (Photo by Carl Recine – Pool/Getty Images)

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.