Sportium per il nuovo stadio dell’Olbia Calcio

L’accordo per la consulenza sulla progettazione del nuovo impianto sportivo.

L’Olbia Calcio avrà un nuovo stadio e ha siglato un importante accordo con Sportium per la consulenza sulla progettazione, in particolare tramite il perfezionamento dello studio di fattibilità per la costruzione dell’impianto. Sportium, parte del Gruppo Progetto CMR e specializzata nell’ideazione, progettazione e sviluppo di impianti sportivi, ha già l’accordo per il nuovo stadio del Cagliari e ha partecipato anche alla gara per la realizzazione del possibile nuovo stadio di Milano.

Oltre a questo, Sportium ha da tempo avviato una collaborazione con la Lega Pro per l’adeguamento e l’ammodernamento tecnologico e funzionale degli stadi di Serie C, passando da progettazione e interventi che li rendano sostenibili e competitivi a livello strutturale, con linee guida precise e univoche.

olbia stadio bruno nespoli vista interna tribuna
Vista verso la tribuna dello Stadio Bruno Nespoli di Olbia (photo by Olbia Calcio)

L’accordo con l’Olbia Calcio diventa un passo che può fare da apripista proprio per mettere in moto un meccanismo a cascata che porti alla realizzazione (o al rinnovamento) di altri stadi di Serie C, andando a snellire gli iter burocratici e intercettando anche le opportunità garantite dai fondi europei e dal PNRR.

Qui su Archistadia avevamo realizzato un’intervista in esclusiva con l’architetto Massimo Roj, amministratore delegato di Progetto CMR, che con l’arch. Massimo Giacobone è alla guida di Sportium, società che continua a perseguire una visione integrata per l’architettura sportiva, e strettamente connessa a un nuovo modo di pensare le città e la sostenibilità degli spazi pubblici (puoi leggere l’intervista qui).

Per quanto riguarda il nuovo stadio dell’Olbia Calcio, al momento sono state individuate alcune aree potenzialmente interessanti e una prima scelta definitiva dovrebbe essere fatta entro l’inizio del 2022.

L’Olbia gioca allo Stadio Bruno Nespoli (qui, su Google Maps), impianto da 4mila posti intitolato al giovane portiere del club che morì tragicamente a seguito di un duro contrasto di gioco nel 1960. L’attuale stadio risiede in un’area a forte rischio idrogeologico e in passato si è parlato più volte di un nuovo impianto per il club (a inizio 2021 si era palesata per esempio l’idea di costruirlo nella zona di Tilibbas).

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.