Presto vedremo il nuovo (modernissimo) stadio di Minsk

Sarà pronto nel 2023 e fa parte di un più ampio rapporto fra Bielorussia e Cina.

In Bielorussia sono da poco iniziati i lavori per il nuovo stadio nazionale di Minsk, la capitale del Paese dell’est Europa. L’impianto, che si prevede sarà completato nel 2023, avrà un costo di 180 milioni di dollari e, soprattutto, rappresenta un nuovo tassello nel recente rapporto di partnership e sviluppo fra la Bielorussia e la Cina.

La società appaltatrice del progetto è infatti la Beijing Urban Construction Group (BUCG), che si occuperà di costruire il nuovo stadio, pensato con una capienza di 33mila posti.

minsk nuovo stadio vista esterna piazza
Render con vista esterna dal piazzale d’accesso al nuovo stadio di Minsk (photo by IPPR International Engineering Corporation)

Oltre all’appalto per BUCG, è stato coinvolto anche il Beijing Construction Engineering Group che costruirà un centro acquatico di “standard internazionale” in un’altra parte della città (al costo di ulteriori 60 milioni di dollari).

Il nuovo stadio di Minsk, sull’asse Bielorussia-Cina

Il nuovo stadio di Minsk è visto da più parti come uno dei tasselli principali nel rapporto instaurato fra Bielorussia e Cina: i vari progetti avviati di recente rientrano nell’iniziativa di sviluppo globale della cosiddetta Belt and Road Initiative del Governo cinese all’estero, con la Bielorussia fra i partner più importanti. A inizio 2020, il Governo bielorusso aveva ufficialmente ceduto tutto l’iter progettuale ai cinesi, per l’impossibilità di trovare fondi internamente e proprio per favorire il processo congiunto di sviluppo con lo Stato asiatico.

Lo stadio sarà costruito nell’area appena adiacente all’attuale Traktor Stadion, si svilupperà su due livelli di gradinate, potrà ospitare anche concerti ed eventi extra-sportivi e sarà dotato di un’ampia area di parcheggio sotterranea. Rappresenterà anche un passo avanti per la Nazionale della Bielorussia che, finora, ha giocato le sue partite ufficiali allo Stadio Dinamo, casa anche del club cittadino Dinamo Minsk, che milita nel massimo campionato locale.

Leggi anche: C’è un nuovo stadio sulle coste del Mar Nero (è in Georgia)

Il guscio che avvolgerà lo stadio sarà costituito da una doppia membrana semi-trasparente e retro-illuminata, che virerà dal bianco (colore dominante) al rosso, mentre all’interno un’ampia sezione di palchi e sky box sarà inserita nelle gradinate est e ovest. Due piazze pubbliche saranno realizzate sui lati nord e sud dell’impianto, per creare due punti di aggregazione per i tifosi in corrispondenza degli accessi principali verso l’impianto.

Il progetto del nuovo stadio di Minsk è stato firmato dalla società China IPPR International Engineering, e dalla sua affiliata Jingxing International Engineering Management Company, e la struttura coprirà un’area di circa 48mila metri quadrati. Lo stadio sarà in linea con i più elevati standard e requisiti UEFA e FIFA, e potrà essere considerato per ospitare partite di livello internazionale.

Lo Stadio Dinamo era stato riaperto nel 2019 in occasione dei Giochi Europei, dopo alcuni importanti interventi di ammodernamento e ristrutturazione durati sette anni, e ha attualmente una capienza di 22mila posti.

minsk nuovo stadio vista aerea
Render con vista aerea del nuovo stadio di Minsk nel contesto del parco (photo by IPPR International Engineering Corporation)
minsk nuovo stadio vista interna
Render con vista interna del nuovo stadio di Minsk (photo by IPPR International Engineering Corporation)
minsk nuovo stadio vista esterna accesso
Render con scorcio esterno dal viale d’accesso nel parco, verso il nuovo stadio di Minsk (photo by IPPR International Engineering Corporation)
minsk nuovo stadio vista aerea
Render con vista aerea del nuovo stadio di Minsk nel contesto urbano (photo by IPPR International Engineering Corporation)
minsk nuovo stadio vista esterna scorcio
Render con scorcio verso il nuovo stadio di Minsk, dal viale urbano adiacente (photo by IPPR International Engineering Corporation)
minsk nuovo stadio vista esterna
Render con vista esterna dal piazzale d’accesso al nuovo stadio di Minsk (photo by IPPR International Engineering Corporation)

© Riproduzione Riservata
Post Tags
Share Post
Written by

Fondatore e curatore dei contenuti di Archistadia, è un critico di architettura sportiva, e un fotografo. Laureato in Architettura e Restauro, da oltre dieci anni si occupa di divulgazione sui temi tecnici ed estetici collegati a stadi e impianti sportivi. Cresciuto con la musica Britpop, il calcio inglese e la cultura anni Novanta.