Il Mercedes-Benz Stadium sta sperimentando i droni per sanificare le gradinate

Una soluzione innovativa che facilita le operazioni legate al protocollo anti-Covid.

Il Mercedes-Benz Stadium (MBS) sta implementato la tecnologia dei droni come parte del protocollo di sanificazione contro la diffusione del Covid-19. Con uno sguardo importante al tema dell’innovazione, il team di gestione dell’impianto di Atlanta, ha stretto una partnership con Lucid Drone Technologies, azienda con sede a Charlotte, Carolina del Nord, che fornisce “droni disinfettanti” del tipo-D1 con i quali si possono svolgere le operazioni di sanificazione delle gradinate in modo più immediato e completo.

Questa tecnologia è già stata testata nelle ultime settimane come parte del processo di pulizia generale dell’impianto, ed è stata definitivamente messa in atto in questo periodo, in vista del ritorno del pubblico sugli spalti in occasione della partita di football americano NFL, fra gli Atlanta Falcons e i Carolina Panthers, in programma domenica 11 ottobre 2020.

mercedes-benz-stadium-atlanta
(photo by Mercedes-Benz Stadium)

Già prima dell’esplosione della pandemia, gli operatori del MBS stavano esplorando l’utilizzo dei droni per le attività di pulizia ordinarie delle gradinate, e con l’emergenza-Covid hanno soltanto accelerato il processo di sperimentazione, rendendo l’impianto di Atlanta il primo stadio sportivo professionistico ad adottare questa tecnologia. I droni utilizzano ugelli di spruzzatura elettrostatici, che garantiscono una distribuzione uniforme di prodotti chimici disinfettanti (approvati a livello medico), incluso un inibitore che impedisce a batteri e virus nocivi di aderire alle superfici.

Inoltre, la distribuzione a pioggia del prodotto sanificante crea un effetto avvolgente che aiuta a distribuire le sostanze anche nelle aree meno facili da raggiungere. La soluzione atossica di acido ipocloroso utilizzata, peraltro, è conforme alla Environmental Protection Agency (EPA) che garantisce una massima efficacia senza controindicazioni per l’uomo.

Lucid Drone Technologies aveva già progettato droni adatti alla pulizia di grandi strutture, e la partnership con il MBS ha permesso di adattare i dispositivi a questo particolare tipo di sanificazione e disinfezione. L’utilizzo dei droni garantisce una riduzione del 95% del tempo impiegato per la sanificazione dell’intera cavea dello stadio, permettendo di redistribuire i dipendenti alle attività in altre aree interne dell’edificio. Una sanificazione effettuata in questo modo, inoltre, ha un’efficienza del +14% rispetto all’uso dei normali nebulizzatori a spalla.

mercedes-benz-stadium-atlanta
Una panoramica interna del Mercedes-Benz Stadium di Atlanta (Photo by Carmen Mandato/Getty Images)
atlanta-mercedes-benz-stadium-droni-sanificazione-covid
(photo by Mercedes-Benz Stadium)

Il MBS si era già adeguato ai protocolli sanitari con l’assunzione di un team sanitario dedicato alla disinfezione giornaliera e l’installazione di 600 erogatori di prodotto sanificante sparsi per tutto l’impianto.

Il Mercedes-Benz Stadium di Atlanta è stato inaugurato nell’agosto 2017, come successore del vecchio Georgia Dome, e ha una capienza di 71mila posti. Progettato dalla società internazionale HOK, ospita gli Atlanta Falcons di football americano e gli Atlanta United FC di calcio (Major League Soccer), e la sua struttura a origami, richiudibile automaticamente e composta da otto petali del peso di 500 tonnellate ciascuno, è tutt’ora una delle architetture più incredibili del panorama sportivo mondiale.

Cover image: photo by Mercedes-Benz Stadium

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.

No comments

LEAVE A COMMENT