L’Etihad Campus sarà la nuova sede del Rugby League inglese

Un accordo che amplia le infrastrutture dell’area polisportiva di Manchester.

Con un annuncio ufficiale sul proprio sito web, la Federazione di Rugby League inglese (rugby a 13) ha annunciato l’accordo che la legherà all’Etihad Campus di Manchester come sua nuova sede nazionale. Lo splendido centro sportivo, legato alla presenza del Manchester City, accresce così la sua funzione di cittadella dello sport con carattere trasversale, dal servizio alla comunità alle strutture di livello professionistico nazionale.

La RFL inglese, in particolare, diventerà padrona di casa della Regional Arena, lo stadio dotato di pista d’atletica e adiacente all’Etihad Stadium. Questo accordo, inoltre, si inserisce nella fase di sviluppo dell’intero complesso, che vedrà potenziata ulteriormente la qualità delle strutture sportive a disposizione.

etihad-stadium-manchester
La Regional Arena e l’Etihad Stadium (photo by Etihad)

Il Campus è già sede della Federazione inglese di squash e della Federazione di ciclismo, e l’arrivo del rugby a 13 (molto popolare soprattutto nel nord dell’Inghilterra) aumenta il prestigio del campus come cuore pulsante dello sport inglese, anche oltre il calcio.

L’Etihad Campus è una parte fondante della grande visione sportiva della proprietà del Manchester City, volta a rinnovare completamente una parte di città storicamente a uso industriale e ormai slegata dal contesto urbano. L’Etihad Stadium (inaugurato nel 2003) è ovviamente il centro attorno a cui ruota la cittadella – ed è stato coinvolto nella prima fase di espansione del campus, con un ampliamento mirato della capienza e delle gradinate.

Nella porzione sud-est si trova il centro d’allenamento del City, con i campi dell’Academy e della prima squadra. A nord, invece, lo stadio principale, la Regional Arena e il Velodromo indoor. L’intero sviluppo sportivo di quest’area a est del centro città si colloca nel rinnovamento di Manchester, approvato dalla municipalità locale nel 2012 e volto a migliorare i collegamenti, la viabilità sostenibile e l’integrazione di ogni quartiere periferico entro il 2027.

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva, fondata a gennaio 2015.

No comments

LEAVE A COMMENT