La cittadella sportiva di Madrid nasce intorno al Wanda Metropolitano

Una “città dello sport” in connessione con lo stadio dell’Atlético Madrid.

Il Comune di Madrid ha finalmente definito un piano per trasformare l’area che circonda lo stadio Wanda Metropolitano in una vera e propria cittadella sportiva cittadina. Lo stadio dell’Atlético Madrid, che sorge su un sito originariamente concepito per una candidatura olimpica (poi fallita), può rappresentare un fulcro perfetto per sviluppare un’offerta sportiva organizzata per la cittadinanza, recuperando anche alcune infrastrutture già realizzate e attualmente in disuso.

L’idea è realizzare un distretto attrezzato, dedicato alla promozione dell’attività sportiva fra i residenti e le scuole, oltre alla possibilità di poter ospitare vari eventi anche ufficiali rimanendo in un solo luogo, potenzialmente identitario per la città.

madrid cittadella sportiva wanda metropolitano
Un’ipotesi di sviluppo della cittadella sportiva intorno allo stadio Wanda Metropolitano di Madrid (photo by Atlético Madrid)

Inaugurato nel 2017, il Wanda Metropolitano ha una capienza di poco superiore ai 68mila posti ed è in realtà l’evoluzione strutturale (o il completamento) del precedente Stadio Metropolitano, che consisteva in una sola grande tribuna centrale – inglobata nel nuovo impianto dell’Atleti – e in un campo da gioco con pista d’atletica.

La municipalità di Madrid ritiene di poter sviluppare una sorta di città dello sport attorno allo stadio, riutilizzando e rimettendo in funzione le infrastrutture che erano state realizzate in prospettiva olimpica, come il centro acquatico in disuso dal 2010 e attualmente da completare, nonostante investimenti pubblici per 100 milioni di euro.

Leggi anche: Atlético e Real sotto la neve a Madrid (FOTO)

Per realizzare il progetto bisogna effettuare una modifica specifica all’interno del Plan General de Ordenación Urbana del 1997, in particolare per quando riguarda la destinazione d’uso dell’area definita Parque Olímpico. Lo sviluppo di una cittadella sportiva va infatti definito a livello urbanistico come area al servizio del quartiere San Blas-Canillejas, considerando tutti gli aspetti territoriali e le tipologie di attività conseguenti al suo inserimento.

La modifica del piano prevede una divisione in due aree: il Parque Deportivo del Este come macro-area, con una superficie di 1,1 milioni di metri quadrati, e un terreno urbano consolidato specifico, con una superficie di 88.150 metri quadrati, che include lo stadio Wanda Metropolitano.

wanda metropolitano atletico madrid panoramica interna
Una panoramica interna dello stadio Wanda Metropolitano di Madrid, alla vigilia della finale di Champions League 2019 (Photo by David Ramos/Getty Images)

Nella seconda parte del 2019, l’Atlético Madrid aveva già avviato una serie di sondaggi per capire la fattibilità di una cittadella sportiva attorno al Metropolitano. L’obiettivo della città di Madrid è quello di riprendere in mano l’idea originale del distretto olimpico, mai realizzato, e adattarlo alla nuova situazione contemporanea e a una nuova visione futura, approfittando delle modifiche fatte negli ultimi anni e alla realizzazione del nuovo stadio.

Cover image: Vista esterna dello stadio Wanda Metropolitano di Madrid, alla vigilia della finale di Champions League 2019 (Photo by David Ramos/Getty Images) (Photo by David Ramos/Getty Images)

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.