Lussemburgo: velodromo e centro sportivo nazionale entro il 2023

Il progetto del velodromo nazionale da realizzare a Mondorf-les-Bains.

È iniziato ufficialmente il percorso verso la realizzazione del primo velodromo nazionale del Lussemburgo: un vero e proprio centro polisportivo che dovrebbe essere pronto nel 2023.

A vincere il concorso per il progetto della struttura sono stati gli studi d’architettura Mecanoo (Olanda) e Metaform (Lussemburgo), che realizzeranno un complesso indoor comprendente il velodromo, campi da tennis e pallacanestro, e una piscina, nel comune di Mondorf-les-Bains, nella parte sud del Lussemburgo al confine con la Francia.

L’eccezionalità del progetto si rivela nell’adattamento dell’edificio al terreno collinare dell’area. La struttura ovale del velodromo dominerà il complesso, ma le funzioni polisportive (campi e piscine indoor) saranno in parte o del tutto interrate, sfruttando i pendii naturali esistenti e integrandoli con una struttura ondulata che seguirà la morfologia del terreno.

Il rivestimento esterno in legno del velodromo arricchirà l’estetica della struttura portante in cemento armato e permetterà allo stadio di uniformarsi molto bene alle caratteristiche naturali circostanti, rendendosi visibile dal visitatore già da una certa distanza (in particolare, dal vicino tratto autostradale).

Mondorf-les-Bains è una località termale rinomata a livello nazionale. Il nuovo complesso sportivo permetterà di ospitare gare nazionali e internazionali di ciclismo, e si affiancherà al progetto a lungo termine di una nuova scuola internazionale da costruire nella zona.

Ampie porzioni vetrate ed elementi semi-trasparenti, garantiranno l’ingresso della luce naturale anche per i campi e la piscina indoor, mentre un prato-tetto, in aggiunta a pannelli solari e fotovoltaici, completerà le caratteristiche eco-sostenibili della struttura e permetterà un evidente risparmio nei consumi.

© Riproduzione Riservata
Share Post
Written by

Fondatore e direttore di Archistadia. Sono un autore e critico di architettura sportiva e mi occupo di divulgazione sul tema da oltre dieci anni. Ogni tanto scrivo anche di stile, cultura e aspetti grafici legati al calcio e allo sport. Cresciuto con la cultura Britpop anni Novanta, sono quello che in vacanza vi chiederà di andare a vedere lo stadio.

No comments

LEAVE A COMMENT