Li-Fi: allo stadio di Amburgo la trasmissione dati attraverso la luce

Il Volksparkstadion è il primo impianto al mondo a dotarsi di questa tecnologia.

La connessione dati attraverso la luce. È un nuovo modo di comunicare e, soprattutto, una tecnologia che può essere rivoluzionaria e che fa il suo debutto nel calcio nello stadio dell’Amburgo, in Germania, il Volksparkstadion. L’impianto tedesco è il primo stadio di calcio al mondo a dotarsi di questa tecnologia, che è stata introdotta nella sala stampa dello stadio e favorirà il lavoro degli operatori media e giornalisti prima e dopo le partite.

Si chiama “Li-Fi” ed è stata installata grazie al supporto tecnologico di Signify, azienda leader mondiale nell’illuminazione e formatasi come evoluzione della vecchia sezione “Lighting” di Philips. Il sistema è chiamata Trulifi e permette la trasmissione dati attraverso onde luminose, invece della tradizionale connessione via onde radio. Nella sala stampa del Volksparkstadion, infatti, il segnale passerà attraverso l’impianto di illuminazione sul soffitto del locale e garantirà un trasferimento dati con segnale e velocità stabili.

amburgo volksparkstadion

Non è raro, infatti, che il segnale wireless sia spesso lento o intasato dal numero di dispositivi connessi contemporaneamente in determinati momenti della partita. La tecnologia Li-Fi supera questo problema e, ad Amburgo, la velocità di connessione arriverà a 150 Megabit/secondo passando attraverso gli 84 punti luce-LED della sala stampa dello stadio (otto dei quali sono dotati di un ricevitore Trulifi che modula le onde infrarosse garantendo la stabilità del segnale).

I giornalisti accreditati riceveranno una chiavetta Usb dedicata con la quale ricevere il segnale Li-Fi e trasmettere i dati senza interferenze di alcun tipo. L’abbinamento al sistema di illuminazione LED, inoltre, garantisce un generale risparmio sui consumi di energia per lo stadio stesso e per il club.

L’Amburgo offre già una copertura wifi gratuita a tutti i tifosi all’interno del Volksparkstadion.

Credits:
  • foto Volksparkstadion | HSV

© Riproduzione Riservata
Written by

Fondatore e direttore di Archistadia. Sono un autore e critico di architettura sportiva e mi occupo di divulgazione sul tema da oltre dieci anni. Ogni tanto scrivo anche di stile, cultura e aspetti grafici legati al calcio e allo sport. Cresciuto con la cultura Britpop anni Novanta, sono quello che in vacanza vi chiederà di andare a vedere lo stadio.

No comments

LEAVE A COMMENT