Rivista online di architettura sportiva
 

Napoli, stadi e città del girone E di Champions League

Cosa vedere nelle trasferte europee degli azzurri in Champions League 2019/2020.

Tre stadi moderni, tre città molto diverse fra loro: questo il percorso in trasferta del Napoli nel girone E di Champions League 2019/2020. In ordine cronologico secondo il calendario del girone, ecco le mini-guide agli stadi delle trasferte europee dei partenopei e cosa vedere nelle rispettive città in una giornata.

Genk-Napoli, mercoledì 2 ottobre 2019 @ Luminus Arena/Cristal Arena

Stadio moderno ed eco-sostenibile, la Luminus Arena è stata inaugurata nel 1999 e presenta un anello continuo di gradinate attorno al campo, con una capienza complessiva di 21.500 posti. Lo stadio è addossato a un campo d’allenamento minore, sul lato est, con la tribuna a struttura doppia, rivolta sia verso l’impianto che verso il campo laterale. Una facciata in muratura e vetro accoglie i tifosi all’esterno della tribuna centrale, mentre lo stadio è avvolto da pannelli in blu/celeste, il colore sociale del club.

Per arrivare alla Luminus Arena è consigliabile l’autobus: la linea G1 porta allo stadio, dalla stazione ferroviaria di Genk, con fermata “Waterschei Nieuw Texas”.

Cosa vedere a Genk in un giorno? Da non confondersi con la quasi omonima Gent, la cittadina di Genk è vicino al confine est fra Belgio e Olanda. Di fondazione prettamente medioevale, come testimoniato dalla Chiesa di San Martino, è una delle città industriali più importanti delle Fiandre. Bruxelles è a 1 ora e 40 minuti di treno (dalla stazione centrale), e può essere una valida base di viaggio per poi raggiungere Genk nel pomeriggio della partita.

luminus arena genk
(Photo YORICK JANSENS/AFP/Getty Images)

Salisburgo-Napoli, mercoledì 23 ottobre 2019 @ Red Bull Arena/Stadion Wals-Siezenheim

Inaugurato nel 2003, con una capienza di 30.188 posti, è stato uno dei primi stadi della nuova era contemporanea europea. Edificio compatto, su pianta rettangolare e due anelli molto ripidi sul campo, è riconoscibile in particolare per la copertura piatta che si cala sullo stadio, rimanendo sollevata dalle tribune. Inizialmente con prato in erba sintetica, ma dal 2010 con erba naturale, l’impianto è dotato di 39 punti ristoro dislocati negli spazi interni e 16 skybox.

Per arrivare alla Red Bull Arena si può sfruttare l’autobus o il treno. Dalla stazione centrale l’autobus O-Bus 1 (in direzione Kleßheim Kavalierhaus) ferma alla stazione omonima dell’impianto, e nei giorni di partita il viaggio è gratis se si è in possesso del biglietto del match. Lo stadio è situato nella periferia nord-ovest e i treni locali in arrivo dal centro città fermano alla stazione Europark Salzburg Taxham.

Cosa vedere a Salisburgo in un giorno? La città, adagiata sulle sponde del fiume Salzach, offre uno spaccato dell’architettura urbana austriaca dei centri minori. Il centro città è visitabile a piedi e punti di grande interesse sono il Castello di Mirabell (residenza del XVII secolo con giardino ornamentale), la casa dove nacque Mozart e il Duomo, del 1628.

red bull arena salisburgo
(Photo by Sebastian Widmann/Bongarts/Getty Images )

Liverpool-Napoli, mercoledì 27 novembre 2019 @ Anfield

Dopo 135 anni di vita Anfield è ancora uno degli stadi più incredibili e affascinanti del mondo. Ristrutturato e ampliato sempre su sé stesso, oggi ospita 54mila posti (dopo il raddoppio della Main Stand, nel 2016). Lo stadio è situato a nord del centro città, a pochi isolati da Goodison Park (casa dei rivali dell’Everton), all’esterno della Kop (lato sud-ovest) si trova la statua di Bill Shankly, il manager più vincente della storia dei Reds. Il memoriale in ricordo delle vittime della tragedia di Hillsborough si trova invece all’esterno della Main Stand, sul lato nord-ovest dello stadio.

Per arrivare ad Anfield il mezzo migliore è l’autobus. Dal centro città, in Queens Square, il bus 17, oppure le linee 26 e 27 da Paradise Street o la linea 917 da St John’s Lane.

Cosa vedere a Liverpool in un giorno? Città marittima sulla costa nord-ovest dell’Inghilterra, Liverpool ha vissuto grandi e interessanti cambiamenti urbani negli ultimi anni, diventando luogo dinamico e piacevole per i turisti. In una giornata consigliamo la Cattedrale, edificio in stile neogotico di inizio ‘900, con una torre panoramica, e poi giù verso il Royal Albert Dock, i vecchi molti cittadini oggi rinnovati con un progetto di rigenerazione urbana, con locali, pub e il Museo della città di Liverpool.

liverpool anfield
(Photo by Michael Regan/Getty Images)

Credits:
  • img di copertina | design Archistadia

© Riproduzione Riservata 
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva, fondata a gennaio 2015.

No comments

LEAVE A COMMENT