a
Rivista online di architettura sportiva
 

Juventus, stadi e città del girone D

Cosa vedere nelle trasferte bianconere di Champions League 2019/2020.

Spagna, Germania e Russia sono le tappe europee della Juventus nel girone D di Champions League 2019/20: Madrid, sponda Atlético, non è una novità per i bianconeri (dopo la doppia sfida nella fase a eliminazione diretta della scorsa stagione), a cui si aggiungono Leverkusen e Mosca, città diametralmente diverse fra loro dal punto di vista turistico.

In ordine cronologico secondo il calendario del girone, ecco le mini-guide agli stadi delle trasferte europee della Juventus e cosa vedere nelle rispettive città in una giornata.

Atlético-Juventus, mercoledì 18 settembre 2019 @ Wanda Metropolitano

La Juventus torna al Wanda Metropolitano dopo meno di un anno e ritrova lo stadio dell’Atlético, inaugurato nel 2017 come risultato del progetto di completamento del vecchio Estadio Metropolitano/La Peineta. La parte originale del vecchio impianto (inaugurato nel 1994) è la grande struttura inclinata della tribuna ovest: un tempo si affacciava solitaria sul campo d’atletica e oggi è stata inglobata nel nuovo stadio, coperto da un tetto ondulato a vele che si concludono nell’oculo centrale.

Lo stadio è raggiungibile tramite la fermata Metropolitano sulla linea 7 della metro (linea gialla/arancio). Se si arriva dal centro storico bisogna fare un cambio, prendendo prima una tra le linee 2, 5 o 10. Il settore ospiti si trova in Gradinata Nord, con ingresso dal gate 25.

Cosa vedere a Madrid in un giorno? Difficile vedere tante cose di una città con una tale offerta turistica, ma si può decidere di puntare su uno dei tanti musei (per es. il Museo Nazionale d’Arte Regina Sofia o il Museo del Prado), per poi ammirare il tardo-barocco del Palazzo Reale e trovare un po’ di relax nel parco di pertinenza, il Giardino Campo de Moro, dichiarato di interesse culturale fin dal 1931.

stadio wanda metropolitano madrid guida juventus trasferte girone champions league
Lokomotiv Mosca-Juventus, mercoledì 6 novembre 2019 @ RZD Arena

Ricostruito nel 2002 sul luogo del vecchio Lokomotiv Stadium, è stato l’impianto di casa della nazionale russa durante le partite di qualificazione ai Mondiali 2010. La ricostruzione è stata finanziata dal Ministero dei Trasporti russo e il progetto è stato firmato dall’architetto Dmitry Bush. L’impianto è disposto su due livelli di gradinate, coperti da un tetto “a velario” in vetro semitrasparente, che copre una superficie di circa 20mila metri quadri. Quattro pennoni agli angoli dello stadio segnano il profilo dell’edificio e contribuiscono alla stabilità della struttura.

Lo stadio è raggiungibile con la fermata della metro Cherkizovskaya (linea 1). I tifosi ospiti vengono collocati in un settore in Curva Nord.

Cosa vedere a Mosca in un giorno? Lo stadio della Lokomotiv è in posizione piuttosto esterna rispetto al centro città, in direzione nord-est, ma la linea 1 della metro arriva direttamente dal cuore della capitale e facilita gli spostamenti. Lungo il percorso della metro, la Piazza Rossa e la Cattedrale di San Basilio non si possono perdere (fermata Okhotny Ryad) a cui aggiungiamo il vicino Teatro Bolshoi e il Parco Sokolniki (fermata omonima), voluto dallo zar Alexei Mikhailovic, il padre di Pietro il Grande, e diventato parco pubblico nel 1878, con lunapark, monumenti e attrazioni per tutte le età su un’estensione di oltre 500 ettari.

rzd arena stadio mosca guida juventus trasferte girone champions league
Bayer Leverkusen-Juventus, mercoledì 11 dicembre 2019 @ BayArena

La Juventus chiuderà la fase a gironi in Germania, alla BayArena di Leverkusen. Stadio storico, inaugurato nel 1958 e completamente ristrutturato con un progetto lungo un decennio e conclusosi nel 1998. La BayArena è stato il primo stadio in Germania ad avere un settore “family”, grazie a una modifica in corsa del progetto decisa dopo aver visto l’esperienza degli impianti americani durante i Mondiali ’94. Su un lato dell’impianto c’è un albergo, realizzato nel 1999, con un ristorante e alcune camere che hanno l’affaccio sul terreno di gioco.

Per raggiungere la BayArena bisogna scendere alla fermata Leverkusen-Mitte della S-Bahn (la metropolitana di superficie) e camminare attraverso il parco pubblico adiacente per circa 10 minuti. La Linea 6 della S-Bahn collega questa fermata a Cologna e Düsseldorf, le due città limitrofe. Il settore ospiti è nello spicchio laterale della tribuna ovest, all’angolo con la curva sud.

Cosa vedere a Leverkusen in un giorno? Leverkusen è un ex villaggio del 12esimo secolo sulla sponda del Reno e, con gli attuali 160mila abitanti, offre ritmi più lenti e tranquilli rispetto alle grandi capitali (il Castello Morsbroich in stile barocco è l’edificio più importante e interessante del luogo). La città di Colonia, inoltre, è a mezz’ora di metropolitana da Leverkusen, e può essere una valida alternativa come punto d’appoggio per la giornata pre-partita.

bayarena leverkusen stadio guida juventus trasferte girone champions league

Credits:
  • img di copertina | design Archistadia

© Riproduzione Riservata
No comments

LEAVE A COMMENT