Anche l’Emirates Stadium diventa “cashless”

I pagamenti in contanti non sono più accettati da marzo 2020.

Con l’inizio di marzo 2020, e la partita interna contro il West Ham di sabato 7, anche l’Emirates Stadium si adegua alle abitudini e alle logiche del commercio attuale. Lo stadio dell’Arsenal diventa un luogo (quasi del tutto) “cashless”, e i pagamenti in contanti non vengono più accettati nei bar e nei chioschi all’interno dell’impianto.

Una rivoluzione solo parziale, se è vero che già finora il 93% delle transazioni veniva effettuato con carta, come confermato da Tom McCann, Venue Director del club.

arsenal-emirates-stadium-cashless
(photo by Arsenal FC)

La campagna promozionale dell’Arsenal è iniziata a gennaio, con una serie di messaggi e comunicazioni ai tifosi, sia tramite il sito web e l’app ufficiale, sia in loco allo stadio, per preparare i tifosi e gli appassionati al cambiamento.

Il passaggio ai pagamenti solo-carta, però, non coinvolgerà il negozio ufficiale “The Armoury”, situato sul lato ovest dello stadio, sotto il podio principale. Anche gli altri due punti vendita del club, situati in Highbury House e in Finsbury Park, continueranno ad accettare pagamenti in contanti.

L’Emirates Stadium è stato inaugurato il 22 luglio 2006 con il “testimonial game” in onore di Dennis Bergkamp, un’amichevole fra ex leggende di Arsenal e Ajax per celebrare il talento olandese e il suo ritiro dal calcio.

Nemmeno gli stalli temporanei per la vendita dei match programme, posizionati nelle aree esterne all’Emirates Stadium, saranno interessati da questo cambiamento che però, all’interno dello stadio, garantirà una riduzione ulteriore dei tempi di attesa e delle code per bibite e servizi di ristoro.

Il passaggio a pagamenti-cashless sarà definitivo anche per gli eventi extra-calcistici che verranno ospitato all’interno dello stadio dell’Arsenal in futuro.

Già diversi stadi inglesi sono passati, o stanno per passare, a una situazione di pagamento solo con carte. In particolare, il Brighton ha già annunciato che attiverà questo cambiamento all’Amex Stadium con l’inizio della stagione 2020/2021, mentre il Liverpool sta pianificando un graduale passaggio al nuovo sistema all’interno di Anfield. Il nuovo stadio del Tottenham, inaugurato nella primavera 2019, è già un impianto completamente cashless.

© Riproduzione Riservata
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva, fondata a gennaio 2015.

No comments

LEAVE A COMMENT