Pagamenti cashless e settore a posti in piedi per il Chelsea a Stamford Bridge

La fase di conversione è stata completata in tempo per l’inizio della stagione 2021/22.

In linea con altri club inglesi di prima fascia, anche il Chelsea ha avviato il processo di adeguamento dei servizi nel suo stadio, Stamford Bridge, che è stato portato in forma totalmente “cashless” in tempo per l’inizio della stagione di Premier League 2021/22, e ha visto anche l’installazione di due settori “a posti in piedi”, oltre al rinnovamento di alcuni spazi hospitality interni.

Il metodo di pagamento solo-carte è stato esteso a tutti gli eventi organizzati a Stamford Bridge, sia partite ufficiali dei Blues che eventi extra-calcistici, e si è trattato di una transizione quasi naturale, che migliorare tempistiche e facilità dei pagamenti per i tifosi in un percorso di abitudini già piuttosto consolidato per un Paese come l’Inghilterra, nella vita di tutti i giorni.

chelsea stamford bridge tifoso
(Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

Con la primavera 2020, all’interno di Stamford Bridge, i servizi hospitality, i ristoranti e alcuni chioschi presenti in Tribuna Ovest erano già passati al sistema cashless, adeguando anche il parcheggio sotterraneo di Stamford Bridge e il Ticket Office (con pagamenti permessi anche tramite Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay).

Chelsea, settore Safe Standing e nuovi bar panoramici a Stamford Bridge

Le successive fasi di transizione hanno riguardato tutti i chioschi di cibo e bevande, e quelli dedicati alla vendita dei match programme, passando infine all’adeguamento del Megastore del club e alla biglietteria per tour guidato e museo. Ovviamente, la diffusione della pandemia da Covid-19, e la conseguente disputa dell’intera stagione 2020/21 di Premier League a porte chiuse, ha prorogato la messa in opera di tutti i nuovi meccanismi digitali, dando più tempo ai responsabili del Chelsea di definire ogni operazione di passaggio.

In totale a Stamford Bridge ci sono ora 200 cashless point prodotti dall’azienda Fiserv, sponsor del club e azienda leader nella realizzazione di questo tipo di sistemi di pagamento. Molti altri stadi inglesi sono passati, o stanno per passare, a una realtà cashless. Il nuovo stadio del Tottenham, inaugurato nella primavera 2019, è già un impianto completamente cashless, mentre i cugini dell’Arsenal avevano completato la transizione a marzo 2020, così come accaduto al London Stadium del West Ham con l’inizio del 2021.

Leggi anche: Chelsea, il difficile cammino verso il nuovo Stamford Bridge

chelsea posti in piedi stamford bridge
Uno dei nuovi settori a posti in piedi installati dal Chelsea a Stamford Bridge (photo by Chelsea FC)
chelsea stamford bridge tifosi shed end
Scorcio verso la gradinata Shed End dei tifosi del Chelsea, a Stamford Bridge (Photo by Eddie Keogh/Getty Images)

Molto importanti sono anche gli interventi di adeguamento strutturale operati più in generale sugli spalti di Stamford Bridge, a tutti gli effetti i cambiamenti più rilevanti fatti dal Chelsea nel suo stadio negli ultimi 20 anni. In partnership con lo studio di progettazione KSS, il Chelsea ha trasformato gli spazi interni della gradinata Ovest con due nuovi bar 360° con vista panoramica verso l’esterno e quattro ulteriori punti ristoro a tema, oltre a rinnovare tutte le seggiolature della tribuna e creare nuovi accessi e spazi adeguati per i tifosi portatori di handicap.

In linea con questo intervento c’è anche la creazione di due nuovi settori Safe Standing, “a posti in piedi”: uno nella Shed End, la storica curva dei tifosi di casa, e uno ricavato nella parte bassa della tribuna Matthew Harding Stand, nella sezione dedicata ai tifosi ospiti. La capienza complessiva dello stadio non dovrebbe variare di molto, rimanendo attestata sui 42mila posti e considerando che la sostituzione dei seggiolini con il modello reclinabile “Rail Seating” è stato effettuato in rapporto 1:1 rispetto alla situazione precedente.

Leggi anche: Safe Standing, tutti i dettagli sulla tecnologia dei nuovi “posti in piedi”

chelsea westview hospitality stamford bridge
Render dell’interno della nuova Westview Hospitality, nella gradinata ovest di Stamford Bridge (photo by KSS)
chelsea westview hospitality stamford bridge
Render dell’interno della nuova Westview Hospitality, nella gradinata ovest di Stamford Bridge (photo by KSS)
chelsea stamford bridge
Vista aerea sullo stadio Stamford Bridge, e su una parte di Londra (photo by Jason Hawkes)

© Riproduzione Riservata
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.