Cagliari, incarico ufficiale a Sportium per il progetto definitivo

Un passaggio doveroso per lo sviluppo dell’iter progettuale.

Nonostante la situazione di emergenza, e la sospensione del campionato di Serie A, l’iter burocratico e progettuale per il nuovo stadio del Cagliari non si è fermato e, nella giornata del 18 maggio 2020, il club rossoblu ha assegnato ufficialmente a Sportium l’incarico inerente alla progettazione definitiva del nuovo impianto. 

Dopo l’approvazione, a novembre 2019, del Piano Guida per il quartiere Sant’Elia, l’iter è stato portato avanti in sinergia con la Regione Sardegna e il Comune di Cagliari, arrivando alla decisione di non prevedere spazi commerciali (almeno per il momento) nella nuova opera.

nuovo-stadio-cagliari-sportium
(photo by Sportium)

Da novembre 2019 a maggio 2020, è stata coinvolta anche Deloitte, leader mondiale nella consulenza degli aspetti economici, per aggiornare il Piano Economico Finanziario e definire il nuovo Piano Industriale del futuro stadio. La volontà, infatti, rimane quella di realizzare un edificio che rappresenti un esempio in termini di innovazione, sostenibilità e contributo allo sviluppo del territorio.

Con il Centenario del Cagliari Calcio che si festeggerà il prossimo 30 maggio, l’occasione dell’incarico ufficiale a Sportium rappresenta un rilevante ponte fra la storia del club e il suo futuro. Un rapporto che si rivedrà anche nelle scelte stilistiche dello stadio, studiato per essere un eccezionale impianto per il calcio ma anche declinato con un’architettura in armonia con l’ambiente circostante, come emerso fin dal bando di fine 2017.

Sportium è una società partecipata da Progetto CMR, iDeas, B&L Real Estate e affiancata da Manica Architecture. Insieme hanno all’attivo una consolidata esperienza nella progettazione di impianti sportivi e arene moderne e funzionali, in linea con le best practice internazionali, con un nuovo approccio progettuale per rendere indimenticabile l’esperienza della fruizione di grandi eventi. 

Le prossime tappe per il nuovo stadio del Cagliari

L’accordo siglato con Sportium rappresenta un nuovo passo nel un percorso iniziato nel 2015, quando fu presentato il primo studio di fattibilità. Dopo l’apertura della Sardegna Arena, a settembre 2017, si apriva il bando per il nuovo stadio, con la scelta di Sportium come progetto vincente. Nel corso del 2019 si è poi assistito a due passaggi burocratici fondamentali: la dichiarazione di pubblico interesse sul progetto preliminare, da parte del Consiglio comunale (a maggio), e l’approvazione del Piano Guida per il quartiere Sant’Elia (a novembre).

Ora lo studio d’architettura, insieme al club, continuerà a lavorare al progetto definitivo, da presentare entro 180 giorni. Nel 2021, poi, verrà fatta la gara pubblica per l’assegnazione della concessione di realizzazione dell’opera, alla quale seguirà la presentazione del progetto esecutivo. Alla successiva apertura del cantiere, si stime che i lavori di costruzione dello stadio dureranno due anni. Lo stadio sarà costruito riutilizzando il 98% del calcestruzzo ricavato dalla demolizione del Sant’Elia, e la capienza si attesterà a 25.200 posti, ampliabili a 30mila.

© Riproduzione Riservata
Post Tags
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva, fondata a gennaio 2015.

No comments

LEAVE A COMMENT