azteca restyling nuovo hotel progetto render

Un’ambiziosa idea di restyling per lo stadio Azteca

Spazi commerciali, aree verdi e un nuovo hotel in vista dei Mondiali 2026.

Lo storico Estadio Azteca di Città del Messico è pronto ad accogliere i prossimi Mondiali 2026 con un look rinnovato, che sarà il risultato di un ambizioso progetto di restyling che coinvolgerà sia l’impianto che gli spazi esterni adiacenti. Le consultazioni e la fase di pianificazione sono ormai arrivate alla fase decisiva e, nonostante l’approvazione debba comunque passare dal parere della municipalità, il progetto è già piuttosto delineato.

Lo stadio si arricchirà di quattro piani di spazi commerciali e sette piani per area parcheggio. Esternamente, l’accesso all’impianto sarà completamente stravolto dalla realizzazione di un hotel (anch’esso alto 7 piani): un centro commerciale e la hall dell’albergo, al piano terra, un parcheggio al primo piano rialzato e i restanti livelli dedicati alle camere d’albergo. La stessa struttura del nuovo edificio, in pianta, asseconderà l’attuale ingombro dello stadio, sviluppandosi in una biforcazione che abbraccerà la parte frontale dell’Azteca.

azteca restyling nuovo hotel schema progetto
Schema dei nuovi edifici previsti nel restyling dell’Azteca di Città del Messico.
azteca restyling nuovo hotel render progetto
Render con vista aerea dei nuovi edifici previsti nel restyling dell’Azteca di Città del Messico.

Il progetto includerà anche la progettazione di nuove aree verdi, lo sfruttamento di energia rinnovabile nello stadio e nei nuovi edifici e la gestione completamente nuova ed efficiente dei rifiuti. Infine, verranno realizzate nuove piste ciclabili che collegheranno la città allo stadio, un parcheggio dedicato all’ombra dell’Azteca, e una nuova strada che collegherà Avenida Del Imán e Avenida Estadio Azteca. La previsione, a lavori ultimati, è di avere 60mila metri quadrati di aree verdi (compreso l’utilizzo di tetti verdi per gli edifici adibiti a parcheggio) e il tutto dotato di un sistema di raccolta e riuso dell’acqua piovana.

Già in tempi recenti l’Azteca era stato rinnovato in alcuni dettagli, in particolare con nuove panchine con materiali d’avanguardia (progettate dallo studio Populous) e nuova illuminazione LED. Lo stadio di Città del Messico sarà fra le sedi ospitanti dei Mondiali di calcio 2026, prima edizione del torneo nel nuovo format allargato a 48 squadre e co-organizzato da Stati Uniti, Messico e Canada.

L’Azteca è il principale stadio di Città del Messico, nonché uno degli impianti sportivi più importanti al mondo in epoca moderna. È lo stadio di casa del Club América e della nazionale di calcio del Messico, e ha una capienza di circa 87.500 posti. Inaugurato nel 1966, la sua genesi è anche un’importante finestra sull’architettura Modernista del Centro America e sulle dinamiche costruttive di Città del Messico in quel periodo (ne abbiamo parlato in questo approfondimento).

© Riproduzione Riservata
Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero interessarti
Total
0
Share