Startup e San Mamés per la promozione del turismo nei Paesi Baschi

Un bando rivolto alle startup di tutto il mondo per lo sviluppo di un progetto pilota con l’Athletic Bilbao.

I grandi stadi vanno sempre più considerati punti d’interesse turistico delle città, e l’Athletic Club ha avuto l’intuizione di provare a sfruttare questo aspetto, lavorando su un progetto concreto insieme all’Ente per il Turismo dei Paesi Baschi. I biancorossi possono vantare uno dei migliori stadi del calcio mondiale contemporaneo, il Nuevo San Mamés, inaugurato nel 2015 appena a fianco del vecchio stadio.

Nei mesi scorsi, la bontà del progetto del San Mamés è stata celebrata dal premio vinto ai World Design Awards 2020 (organizzata da The Architecture Community) nella categoria delle strutture sportive e per il tempo libero, un riconoscimento che si aggiungere a quelli di “miglior nuovo stadio” al World Architecture Festival 2015 e al World Football Summit 2017.

bilbao-stadio-san-mames
(Photo by ANDER GILLENEA/AFP via Getty Images)

La posizione della nuova “Catedral”, situata nel centro della città di Bilbao, attira moltissimi visitatori ogni anno, grazie anche a un ottimo sistema di collegamenti con il trasporto pubblico e a museo e tour guidato gestiti in modo eccellente. Su questi dati concreti, l’Athletic ha voluto creato il bando Smart Solutions for Smart Destinations Challenge, che invita le startup di tutto il mondo a presentare prodotti e soluzioni innovative per rendere lo stadio uno dei punti nevralgici dei nuovi itinerati turistici per la provincia basca.

Per promuovere il turismo locale e le iniziative imprenditoriali virtuose, il concorso è promosso dall’Athletic Club insieme al Consiglio Provinciale dei Paesi Baschi e all’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO). Le startup, nazionali e internazionali, sono invitate a prendere parte a questa sfida concentrandosi sui concetti di innovazione, tecnologia, valori sportivi e turismo, e rispondendo anche a criteri di inclusione e sostenibilità.

Connettersi al pubblico e integrarsi con la città

L’obiettivo principale di questo bando è capire come gli stadi, in particolare quelli posizionati all’interno delle città, possano essere catalizzatori di nuove esperienze turistiche, e come possano integrarsi con i percorsi a livello provinciale e regionale. L’Athletic ha rilevato negli ultimi anni che molti visitatori arrivano a Bilbao perché conoscono il club, e perché vogliono vedere lo stadio San Mamés e il museo. A questo, di conseguenza, si collega poi l’offerta di ristorazione all’interno dell’impianto, e la possibilità per le persone di acquistare i gadget ufficiali nello shop.

bilbao-stadio-san-mames
(Photo by David Ramos/Getty Images)

Ovviamente, poi, c’è un’altra fetta di turisti che arriva a Bilbao per visitare il Museo Guggenheim, sperimentare la gastronomia locale o conoscere la cultura basca. Ed è proprio questa fascia di visitatori che l’Athletic intende raggiungere, facendogli conoscere il club, la sua storia e il suo stadio. Se il tifoso di calcio, molto spesso, visita una città “per lo stadio” (semplificando il concetto) e allarga poi il suo itinerario all’offerta culturale locale, non è sempre vero il contrario, ed è proprio la curiosità e l’interesse del turista non-tifoso che vanno alimentate con ulteriori possibilità.

Ci sono visitatori che vengono a Bilbao, e nei Paesi Baschi, perché conoscono l’Athletic Club e vogliono vedere il San Mamés e il suo museo: è un’esperienza che non può essere replicata online.

Riuscire a mettere in relazione l’offerta culturale tradizionale con il punto d’interesse sportivo, rappresentato dallo stadio, è una sfida fondamentale che arricchisce gli itinerari per i visitatori e può potenzialmente coinvolgere molte più persone. Soprattutto, l’obiettivo del bando è trovare soluzioni che siano ripetibili anche in altre città, e le startup partecipanti devono lavorare a un progetto che miri in questa direzione, e non sia soltanto cucito su misura per la città di Bilbao.

Le nuove esperienze o soluzioni che verranno presentate dalle startup potranno aiutare a creare un nuovo turismo, più globale, che sia alimentato dalla tecnologia e dalla connettività, e le aziende vincitrici avranno la possibilità di sviluppare un progetto pilota in collaborazione con l’Athletic Club per sei mesi.

Il bando per partecipare a Smart Solutions for Smart Destinations Challenge termina il 15 ottobre 2020.

Cover image: photo by Matthew Lewis/Getty Images

© Riproduzione Riservata
Post Tags
Share Post
Written by

Archistadia.it è una rivista online di architettura sportiva e divulgazione culturale, fondata a gennaio 2015.

No comments

LEAVE A COMMENT